9 Marzo 2011 A.D. Tweetstorm for Gary McKinnon

Gary McKinnon
Image by 4WardEver UK via Flickr

Esimi Ricercatori i Tweetstormers ci chiamano nuovamente alle armi contro Tecnonucleo e i suoi scagnozzi!

Come detto qualche giorno addietro ne “La Biblioteca di Babele 2.0 e le Amnesie di Google“, Gary McKinnon ha perso il ricorso per l’estradizione (v. l’articolo della BBC “Hacker loses extradition appeal“)… Ma i Tweetstormers sono gente tosta e non demordono: sono stato contattato da @cliffsull, che ha richiesto l’intervento dei Ricercatori di Gilda35 per una nuova pazza iniziativa.

Per chi si fosse perso le puntate precedenti, abbiamo parlato del caso Gary McKinnon nei seguenti nonPOST:

  • Il ragazzo che giocava con gli UFO“, in cui narravamo l’incredibile vicenda di Gary McKinnon, uno smanettone (definirlo hacker sarebbe esagerat0) affetto da una particolare forma di autismo (la Sindrome di Asperger), che alla ricerca delle prove sull’esistenza degli UFO (!) nel 2001 penetrava nei siti del Pentagono e della NASA, grazie a degli svarioni nel sistema difensivo (in sostanza i geni della Difesa USA, post 11/09, avevano lasciato svariate credenziali in bianco tipo Utente: ADMIN Password: PASSWORD a disposizione di chiunque). Gary veniva condannato agli arresti domiciliari (finora ha scontato 8 anni di pena detentiva)… ed è tuttora in attesa di essere estradato in USA, per ricevere una condanna di 70 anni di detenzione a Guantanamo (avete letto bene).
  • Anche le Nuvole Computazionali piangono”: raccontavamo degli effetti della mobilitazione dei twitters italiani in supporto di Gary, che aveva suscitato molto scalpore in Gran Bretagna.
  • NO Extradition for Gary McKinnon“: raccontava del “sabotaggio” congiunto da parte di Gilda35 e dei Tweetstormers per sensibilizzare l’opinione pubblica… con la realizzazione di un record di contatti: 53.000 con soli 50 tweet!

In seguito Gary ha perso il ricorso contro l’estradizione, ma i Tweetstormers non demordono e hanno chiesto il nostro aiuto per il prossimo evento del 09/03/2011 A.D.

Come sanno i miei più assidui frequentatori twitteri in questo periodo mi astengo dai “sabotaggi coccolosi“, per una serie di tristi fatti personali che mi hanno un po’ tolto quella sana follia necessaria per le nostre performance…

Tuttavia ritengo importante fornire il mio sostegno anche questa volta alla causa di Gary McKinnon per una serie di ragioni che qui sinteticamente espongo:

  1. La politica digitale è di gran lunga più importante della politica politicante. Anche il più grande dei luddisti deve ammettere che la Rete è il nuovo spazio pubblico, in cui si definiscono volenti o nolenti aspetti fondamentali della nostra personalità. Credo che internet sia uno strumento, e non una sorta di entità salvifica (ogni riferimento a quella boiata pazzesca di Internet 4 Peace è puramente voluto)… Tuttavia in una civiltà come la nostra Internet è la piazza virtuale in cui comunichiamo buona parte dei nostri pensieri, dei nostri sogni, dei nostri valori e delle nostre aspirazioni… Una svolta in senso eccessivamente “oscurantista” e “punitivo” va arginata, quantomeno in Occidente.
  2. La manomissione di una Macchina non può essere punita peggio dell’omicidio di vite umane. Ho accostato più di una volta il caso Gary a quello della Strage del Cermis. Gary per aver manomesso alcune apparecchiature, dopo aver già scontato 8 anni di domiciliari, rischia l’ergastolo in un carcere di massima sicurezza e il trattamento come un pericoloso terrorista. Gli autori della strage del Cermis per aver ammazzato 20 persone, sono stati puniti con 4 mesi e mezzo di detenzione. Non sono affetto da antiamericanismo, ma ritengo che ci sia un limite, quantomeno di ragionevolezza e di decenza, al servilismo e alla carenza di sovranità nazionale che l’Unione Europea e i propri Stati manifestano in ogni occasione verso gli USA.
  3. I disabili mentali non possono e non devono essere puniti come persone pienamente capaci di intendere e di volere. Sembrerebbe un’ovvietà eppure non è così. E’ provato che Gary è affetto da Sindrome di Asperger. E’ assai probabile che abbia agito in uno stato di perenne alterazione indotto da droga e alcool. E’ certo che stava cercando prove dell’esistenza degli UFO e di Area 51. L’elemento psicologico del reato e l’idoneità del reo a comprendere pienamente il senso dei propri atti, non possono essere completamente ignorati, quasi fossero dettagli, come finora stanno facendo le autorità britanniche e europee.
  4. Dai cablogrammi di Wikileaks risulta evidente che gli USA insistono per mero puntiglio. Vi invito a leggere questo post di Domenico Valente: GaryMcKinnon nella rete di WikiLeaks, che ha tradotto uno dei cablogrammi di Wikileaks avente per oggetto appunto il caso McKinnon. Dalla lettura del cablogramma e dalle mosse successive del Governo USA risulta evidente che il caso desta molto imbarazzo nei diplomatici americani in Gran Bretagna. La vicenda è evidentemente assurda per chi in loco si occupa del caso, eppure dal Pentagono ancora si fanno pressioni per l’estradizione di Gary McKinnon. Capisco che a nessuno piace fare la figura dell’incompetente, ma qui si sta passando il segno.
  5. Credo che il Sistema sia fondamentalmente sano. Ritengo che le Democrazie occidentali e lo Stato di Diritto, siano entità sostanzialmente sane. Tuttavia in quanto realtà umane non sono infallibili ed è dovere di ogni cittadino “svegliarle” con gli strumenti a propria disposizione (noi ad esempio usiamo Twitter), quando il sonno della Ragione inizia a generare Mostri…

Per ora non so molto altro, ma i Tweetstormers hanno richiesto il supporto di almeno 5 blogger italici che (preferibilmente) utilizzino la piattaforma di WordPress per la prossima Tweetstorm, in cui sperano di mandare in tilt Tecnonucleo con 1.000.000 di tweet o___O’

Io ho dato la mia disponibilità, per fornire il mio contributo, chi fosse interessato può contattare: cliffsull@pc-insecurities.com

Per maggiori informazioni visitate il sito: http://pc-insecurities.com/Tweetstorm4gary

Hasta Vida Loca Siempre!

Annunci

10 pensieri su “9 Marzo 2011 A.D. Tweetstorm for Gary McKinnon

  1. […] Esimi Ricercatori i Tweetstormers ci chiamano nuovamente alle armi contro Tecnonucleo e i suoi scagnozzi! Come detto qualche giorno addietro ne “La Biblioteca di Babele 2.0 e le Amnesie di Google”, Gary McKinnon ha perso il ricorso per l’estradizione (v. l’articolo della BBC “Hacker loses extradition appeal”)… Ma i Tweetstormers sono gente tosta … Read More […]

  2. […] Esimi Ricercatori i Tweetstormers ci chiamano nuovamente alle armi contro Tecnonucleo e i suoi scagnozzi! Come detto qualche giorno addietro ne “La Biblioteca di Babele 2.0 e le Amnesie di Google”, Gary McKinnon ha perso il ricorso per l’estradizione (v. l’articolo della BBC “Hacker loses extradition appeal”)… Ma i Tweetstormers sono gente tosta … Read More […]

      • Purtroppo pare proprio che “il più grande crimine informatico di tutti i tempi” non sia altro che il risultato di uno svarione nei sistemi di sicurezza USA.
        Cito testualmente le motivazioni di questo pericoloso “terrorista informatico”:

        Si è giustificato dicendo che la sua motivazione era cercare una prova dell’esistenza degli UFO e disse di sapere come un fatto certo che i militari americani avrebbero la tecnologia dell’antigravità e che il governo USA sta cercando di sopprimere la diffusione della “Free Energy” (energia libera).
        Ha affermato che i suoi ricordi riguardo a queste sue attività possono essere vaghi dal momento che effettuava le intrusioni mentre beveva birra e fumava cannabis.
        (via Wikipedia)

        C’è poco da aggiungere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...