Tutta la verità su #Vascomerda!

ONtro

Sarà che sono nato con Pong…

Sarà che quando ero bambino io erano gli anni ’70 e il rock era quasi una religione…

Sarà che tutte le vere Rockstar (a parte Iggy Pop e Lou Reed) sono morte, ritirate o ridotte a essere la karaoke  cover band di sé stesse…

Insomma come capirete una delle cose che più mi fa ribrezzo è vedere una persona che supera i trent’anni che continua a fregiarsi del titolo di Rockstar… senza avere avuto il buon gusto di ritirarsi dalle scene finché poteva fare una bella figura… solo per mungere qualche altro soldino ai propri fans, essendosi ormai esaurita ogni possibile vena creativa…

Così non mi ha assolutamente meravigliato che, quando Vasco Rossi ha annunciato il proprio “pensionamento”, su Twitter l’etichetta #vascomerda è diventata per tre giorni (26-27-28 luglio 2011 A.D.) il primo tema di tendenza d’Italia…

OppureNO.

Il ritiro di Vasco Rossi

Insomma qualche giorno addietro (26/06/2011 A.D.) nel Telegiornale delle 20.00 di Rai Uno, Vasco Rossi annuncia in esclusiva all’inaffondabile Vincenzo Mollica che: “Si dimette da Rockstar”

Chiunque abbia qualche annetto da vecchio rocker sulle spalle avrà mangiato la foglia e avrà capito che è l’ennesima mossa per starsene in disparte un paio d’annetti, pubblicare qualche cofanetto e fare la solita bolsa Rentrée coi fan dai capelli ingrigiti che commossi ringraziano gli Dei del Rock…

Ma lasciamo la parola a un Vasco Rossi in splendida forma…

OppureNO.

Lo sconcerto di Facebook

Subito su Facebook i 2.214.066 fan della sua Pagina Ufficiale (http://www.facebook.com/vascorossi), manifestano il proprio disappunto con le consuete pacate e ragionate manifestazioni emotive tipiche del noto social network:

NON PUOI LASCIARCI COSI’…

io sono cresciuta con te!!!!!! non puoi farlo!!!!!!! mi annullerei!!!!!!!!!…..

nooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

vasco non ci voglio credere!!!…

TI AMO VITA MIA

NON PUOI ABBANDONARE TUTTO COSì….soprattutto non puoi abbandonarci…!

padre,amico, sei nella mia vita da sempre…

Giustamente gli amministratori della pagina corrono ai ripari e affidano a una nota ufficiale le motivazioni dell’insano gesto:  “Dialoghi” di Salvatore-IlNero-Martorana. La nota utilizzando la forma del Dialogo Filosofico tanto cara a Platone e Voltaire mette in scena un fantasmagorico confronto tra la Ragione e la Passione, di cui riporto devotamente il passaggio più alto e vibrato:

La Ragione: “Ma no! Ha fatto solo un patto. Con se stesso e con la sua gente. Con quella semplice dichiarazione ha sublimato il valore della libertà e del primo comandamento: “aver rispetto di se stessi”. [omissis]

La Passione: “Inizio a capire. Tu, vacci a prendere da bere. Devo festeggiare.”

L’invidia: “Dici a me?”

La Passione: “Dai cazzo! E per te un succo alla pera.”L’invidia: “Ah, ok.”

Per inciso questo siparietto mi ha fatto rendere conto che ormai il dadaismo, il nonsenso e l’infantilismo dilagano sovrani in internet… quindi la Buona Battaglia è vinta e da domattina mi dedicherò a Noam Chomsky e allo studio della Linguistica Computazionale.

Giuro.

OppureNO.

Lo sconcerto dei Fan di Vasco Rossi corre su Facebook...

Ma su Twitter è subito #VascoMerda

Tuttavia su Twitter esplode il fenomeno virale del meme #vascomerda…

Decine, ma che dico decine, centinaia, ma che dico centinai, migliaia di utenti di Twitter festeggiano l’addio alle scene di Vasco Rossi utilizzando l’hastag #vascomerda…

Così è un fiorire di messaggi dissacratori e genuinamente punk contro il “Mostro Sacro” del rock italico, ne capo dal mazzo qualcuno dalle migliaia che hanno imperversato in rete:

L’hastag #Vascomerda per tre lunghi giorni svetta come primo in classifica tra i temi di tendenza Italiani di Twitter: i c.d. Trend Topic.

Quella dei Trend Topic è una funzionalità molto interessante di Twitter: tramite un complicato meccanismo (spiegato in dettaglio in questo nonPOST: “Perché #Wikileaks non può essere Trend Topic” che vi consiglio di rileggere prima di procedere) vengono evidenziati agli utenti del social network i termini maggiormente utilizzati in una data area geografica.

E’ un sistema che fornisce un’importante panoramica delle tematiche più care agli utenti di Twitter (es. in ambito politico v. BOTpolitick: Elezioni Amministrative 2011, o in ambito ricreativo v. Gerardity e #TwitolidiFilm come nasce un meme leggendario)…

Tramite l’utilizzo sapiente dei metadati contenuti in ogni tweet… tramite la geolocalizzazione di ogni messaggio… tramite avanzate tecniche di linguistica computazionale… i tweet vengono sminuzzati, catalogati, conteggiati e restituiti come Temi di Tendenza con precisione millimetrica….

I Trend Topic insomma sono il miglior termometro per misurare cosa è realmente virale in una data area geografica del globo…

OppureNO.

Lo sconcerto di Panorama

Viene poi la volta del giornalismo tradizionale che si getta sulla notizia evidenziando la strana schizofrenia dei Social Network… In particolare Panorma (v. Il “ritiro” di Vasco: Facebook in lutto Twitter in festa) si sofferma sul vecchio luogo comune secondo cui su Facebook gli utenti danno sfogo alla parte migliore di sé perché appaiono col proprio nome e cognome, mentre su Twitter è la fiera del linciaggio mediatico più feroce perché ci si difende dietro l’anonimato…

L’articolo in questione pone una fondamentale domanda:

La rete è sempre più libera o forse è solo uno scudo per offendere in libertà?

Cosa rispondere se non: OppureNO.

La Verità

Tuttavia chi fosse stato un pelino più attento nella propria analisi avrebbe notato che #vascomerda non era un etichetta utilizzata solo da utenti di lingua italiana…

Essendo animati di un pelo di curiosità intellettuale si potevano scovare tweet in portoghese come questo:

Inoltre a fare anche la più sciatta delle analisi utilizzando la funzionalità di ricerca “In tempo reale” di Google (quella che restituisce i risultati dai social network), si sarebbe scoperto che #vascomerda è un hashtag di successo ben radicato nella coscienza degli utenti di Twitter.

Peraltro si sarebbe potuto notare come tra i sobillatori de #vascomerda pensiero appaiano due vecchie conoscenze di noi Sabotatori/Ricercatori di Gilda35: Videosmusic e MisterBlonde84 (v. Project) rispettivamente due importanti influencers twitteri  in campo di musica e gaming… nonché uomini d’arme avvezzi a ogni forma di dadaistico sabotaggio…

L'ondivago andamento di #vascomerda...

#Vascomerda come esperimento di linguistica computazionale

Così il quadro inizia a dipanarsi e l’ottimo Videosmusic affida la sconcertante verità a un proprio comunicato stampa distribuito sulla bellezza di sette tweet…

Qui riporto il testo integrale del Comunicato Stampa Ufficiale di Rivendicazione del Sabotaggio ai danni dell’Algoritmo di Linguistica Computazionale dei Trend Topic di Twitter perpetrato dai nostri beniamini:

ormai posso svelare l’origine di #vascomerda ,visto che non c’è più nei TT … avendo molti followers dal Brasile, e ovviamente maniaci del futebol, quando il Vasco Da Gama giocava contro il Botafogo o il Flamengo… in timeline mi comparivano tanti di quei #vascomerda che neanche immaginate…allora pensavo: per non nominare Vasco Rossi, uso questo..escamotage, anche per cercare di non contribuire a farlo comparire in TT…ma fino a 3 giorni fa il fenomeno era ridotto a poche decine…di persone, mentre questo “annuncio” ha contribuito all’esplosione, e Brasile moltissima gente è entusiasta anche più che in Italia 🙂 …e si è rivelato anche un esperimento social, anche perchè un’altra volta #vascomerda entrò nei TT italiani,ma in concomitanza con …un Botafogo-Vasco De Gama…per capire anche che i TT divisi per nazione possono essere “bypassati”..

Conclusioni

Cari giornalisti prima di saltare alle conclusioni cercate sempre di informarvi un pochino meglio. #Vascomerda è stato un importante esperimento di linguistica computazionale non un banale fenomeno di trolling…

I Sabotatori Supremi Videosmiusic e Mr. Blonde hanno eluso in una sola botta una quantità di vincoli imposti dalle Macchine Ribelli su ciò che può diventare Tema di Tendenza, che il mio dadaistico cuore di sabotatore si scioglie in lacrime di gioia…

Finalmente #Wikileaks è vendicato, “Oh Shiny” brucia tra le fiamme dell’Inferno Digitale e l’onore del rock e del Flamengo è salvo!

Passo e chiudo con un po’ di vero rock.

Annunci

12 pensieri su “Tutta la verità su #Vascomerda!

    • Ormai il giornalismo musicale tradizionale si è ridotto a un mero promo pubblicitario… Lo spot di Mollica su RAI in prima serata pagato col canone è da antologia… Ma la notizia dov’era?

  1. La ragione:
    mi porta a pensare che se è vero che Twitter viene utilizzato tantissimo da moltissimi giornalisti perché nessuno di questi lavora per Panorama?

    La passione
    mi spinge a chiedermi se ha qualche senso parlare di giornalismo tradizionale e giornalismo online. Nella mia visione romantica il giornalista si destreggia tra la carta e il web, padroneggiando tutti i linguaggi, per poter trattare tutte le notizie e trarne le informazioni utili per la formulazione del suo punto di vista da presentare al suo amato lettore!

    L’invidia
    mi fa rosicare perché i tuoi NonPost sono perfetti e vorrei averli scritti io. OppureNo

    • La Ragione e la Passione scevre d’Invidia mi spingono a pensare che sulle maggiori testate italiane quando parlano di “digitale” non si sanno districare neppure tra carta e matita 😉

  2. […] che si riconosce sotto il nome di Gilda35. Cosa fa? Ritira fuori l’hashtag #vascomerda (qui trovate tutto ciò che c’è da sapere in merito) e in pochissimo tempo è diventato il primo tema di tendenza mondiale: in pratica anche gli […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...