Lettera aperta a @supporto Twitter pro @fattelanarisata

Tecnonucleo, 13 novembre 2011 A.D.

Esimio BOT del @Supporto Twitter,

desidero sottoporre alla Sua attenzione un curioso caso, che ha coinvolto un membro della Comunità Online Gilda35, che tante volte si è divertita a giocare insieme ai Vostri meravigliosi Algoritmi.

Sono stato contattato da uno dei nostri affezionati active Lurker, Francesco Marziale, che di recente si era gettato nell’arte della Ricerca Dadaista. Il povero Francesco mi ha inviato via Facebook (ah la concorrenza!) la presente accorata missiva che giro alla Sua attenzione:

Ciao Jovanz74,

sono Francesco Marziale, questo nome non credo ti dirà nulla ma forse ti ricordi di me come Fattelanarista il mio pseudonimo su Twitter. Qualche giorno fa abbiamo avuto un piacevole scambio di battute, non ti scrivo qui per questo, ma per ben più importanti motivi che spero tocchino le tue corde di insigne giurista, intrepido dadaista e baffuto ribelle anti-macchine. Sono uno studente di marketing e appassionato di nuove tecnologie, comunicazione e quant’altro. Da tempo seguivo le vostre scorribande con Gilda35 e la vostra passione e allegria mi ha convinto a entrare nella conversazione dopo lunghi anni da mero lucker, così non più di 10 giorni fa mi sono fatto coraggio e sono entrato nella conversazione. Grande è stato la gioia al primo re-tweet, grande lo stupore per come professionisti affermati e decani di Twitter fossero così disponibili a rispondere e salutare un novizio qualunque come me e poi quanti argomenti, quante discussioni interessanti, quanti link, ma come spesso la vita ci insegna non è tutto ora quello che luccica.

Oggi il mio account è stato sospeso, nessuna comunicazione da parte di Twitter: sospeso e basta. Ho fatto ricorso e l’unica risposta è stata un messaggio automatico che mi diceva di controllare se avessi infranto qualche regola di Twitter.

Sono allibito e indignato come può un social network come Twitter, che si è fatto bandiera della libertà e della democrazie nel mondo, PROCESSARMI e CONDANNARMI senza prima farmi conoscere le accuse che mi vengono mosse. Posso fare ricorso, ma basandolo su cosa? Cosa devo scrivere: sono innocente? Quali prove a mia discolpa posso produrre se NON CONOSCO LE ACCUSE. Questo comportamento viola la più basilare ed elementare regola del diritto l’Habeas corpus, ad subjiciendum judicium. Il mio account è stato arrestato e non so il perché.

Spero tu e il gruppo dada Gilda35, grazie alla vostra influenza, mi possiate aiutare a non far passare sotto silenzio questo abuso e scatenare una protesta su Twitter e in tutta la rete.

Morte alle macchine ribelli.

Francesco Maria Marziale AKA Fattelanarisata

Ho controllato e l’account di Francesco Marziale (@fattelanarisata) dapprima mi è apparso in stato catatonico:

Il profilo di Francesco "Fattelanarisata" Marziale

E poi è finito dritto nel limbo della sospensione:

La condanna alla sospensione eterna?

Con la presente, esimio BOT, sono a richiederLe cortesemente di rendere note in via privatissima al nostro amico le motivazioni che vi hanno spinto a sospendere l’account.

Per quale delle seguenti violazioni è stato sospeso Francesco?

  • Impersonificazione? Non mi sembra, Francesco si presenta col proprio nome e cognome di comune cittadino insuscettibile di creare confusione con qualche VIP.
  • Marchi? Non mi sembra plausibile “Fattelanarisata” non mi sembra che sia un marchio registrato.
  • Privacy? Da quel che ho visto (per quel poco di conoscenza che abbiamo avuto) non mi sembra che ci trovassimo di fronte al nuovo Julian Assange…
  • Violenze e minacce? Perché ha parlato di “incasinare” gli algoritmi? Suvvia siamo seri… a me e agli altri Ricercatori dovreste interdire l’uso del PC peggio che a Gary McKinnon
  • Diritto d’autore? Parlare di violazione del diritto d’autore sui Social Network è come elevare contravvenzioni per eccesso di velocità alle Millemiglia di Indianapolis…
  • Uso illegale? Non mi risulta che il nostro amico abbia fatto nulla di tutto ciò, ma laddove fosse penso che Twitter dovrebbe chiudere qualche decina di migliaia di account che in questi anni hanno compiuto allegramente reati quali diffamazione, apologia di reato, ingiurie, minacce… Fa un po’ ridere… Non saremo di nuovo davanti a un novello Paul Chambers?
  • Account verificati? Vi assicuro che l’avatar di Francesco (v. foto) era intonso dal tagliandino azzurro (che invece appare misteriosamente sull’account di centinaia di illustri sconosciuti)…
  • Account seriale? Non mi pare proprio, Fattelanarisata era un onesto account umano… Anzi colgo l’occasione al riguardo per invitarvi allo sterminio del Team Follow Back
  • Abuso del Nome? Aveva appena mosso i primi passi con una sua piccola idea dadaista…
  • Inviti Spam? Nel modo più assoluto non ne ha fatti (mi conoscete non appena mi arriva un invito Spam ve lo segnalo puntualmente spinto dal mio senso civico).
  • Vendita di nomi utenti? E chi si comprerebbe Fattelanarisata?
  • Malware/Phishing? Andiamo avanti sospinti dalla serietà…
  • Spam? Al riguardo potremmo segnalare come biechi spammers parecchi dei vostri Utenti Consigliati (le c.d. Twitstar) come spammers di libri, canzoni, riviste, concerti… il povero Francesco ha pubblicato poche piccole cose…
  • Pornografia? Mi sembra un’accusa un po’ curiosa… La totalità delle pornostar americane ha un account Twitter, persino Youporn ha un account Twitter, molte Twitstar hanno sdoganato termini e immagini di carattere pornografico… Twitter è il regno della libertà d’espressione… Francamente Fattelanarisata per superare i suddetti avrebbe dovuto compiere atti epici, che la mia mente non riesce neppure a formulare…
Gli innocenti post di risposta agli altrettanto innocenti post di Francesco

Insomma caro BOT del Supporto Twitter mi sembra corretto che il buon Francesco Marziale riceva una risposta precisa e puntuale alle proprie domande.

Mi permetto poi di aggiungere che, la sospensione di un account è un tema importante. Va trattato con estrema cura, onde evitare il generarsi anche su Twitter di quegli sgradevoli fenomeni di sospensione di account che su Facebook funestano persino le Fan Page ufficiali (v. Quando Zuckerberg censurò Travaglio, OppureNO!). Purtroppo siamo tutti coscienti che la segnalazione di violazione dei termini di utilizzo è spesso utilizzata dai lamer per fare scherzi di cattivo gusto.

Così sarebbe buona norma che il Vostro… anzi mi permetto di dire Nostro Social Network, che deve il proprio successo anche al supporto di tante Comunità Online come questa… avesse delle policy di “sospensione” maggiormente user friendly, verificate puntualmente e più trasparenti.

Twitter ha una marcia in più: la libertà di espressione che vi si respira. Sono sincero nel dire che in altri Social Network non avremmo potuto “giocare” con questa libertà e anarchia espressiva. Sono certo che risolverete positivamente la questione.

Con la stima che contraddistingue sempre i nostri rapporti Le invio i più cordiali saluti e un Hasta la Vida Loca Siempre!

Sempre Vostro,

Giovanni “Jovanz74” Scrofani

Annunci

16 pensieri su “Lettera aperta a @supporto Twitter pro @fattelanarisata

  1. Che emozione un non-post per il mio piccolo caso, sono così emozionato che tremo come un bimbominkia fatto di zucchero davanti a Justin Bibier.
    La sospensione del mio account potrebbe essere un errore, ma quello che contesto è la procedura. Credo che prima di bloccare chicchessia si debba notificare all’utente che si è aperta una procedura di infrazione contro lui – più o meno quello che è l’avviso di garanzia nel nostro sistema giudiziario – richiedere spiegazioni e poi nel caso bloccare. In fin dei conti stiamo parlando di Twitter, non del primo social-network schifo che capita. Il mio è solo un piccolo caso, probabilmente un errore, ma se poi lo facessero con i rivoluzionari in Medio oriente, si potrebbero sempre nascondere dietro l’errore proprio perchè non c’è una procedura che permetta di non commetterne o quanto meno di controllare che non si tratti di una sospensione volontaria (lo sappiamo che dietro i vostri super algoritmi si celano delle manine umane tremanti come quelle di un verginello davanti alla sua nave scuola).

    FREE FATTELANARISTA

    Detto ciò vi lovvo fino a scemare nel buio.

    • A mio avviso il dato surreale della vicenda è la solita mancanza di spiegazioni: se un account viene chiuso ciò accade perché di norma si è segnalati da un altro utente per uno o più termini di violazione.
      Non ci vorrebbe nulla a programmare un BOT che in automatico lanci un messaggio del tipo: Sei stato sospeso perché il giorno XY alle ore XY hai inviato il seguente messaggio: ABCD che è stato segnalato per Pornografia/Spam/altro…

  2. Or ora mi sovviene una piccola curiosità: la mia tesi di laurea si basa, detto molto alla buona, sull’analisi delle strutture di rete e sui contenuti dei tweet dei deputati, senatori, governatori regionali di PDL, PD e Lega. Nei giorni scorsi ho ricercato tutti i loro account (ma non li ho aggiunti), un lavoro duro e noioso, reso ancora più duro e noioso da un simpatico messaggio:

    “Sorry! You’ve hit your hourly usage limit. Try again soon.”

    Dopo di cui, per un tempo variabile, non potevo più cercare utenti. Dapprima il messaggio appariva solo una o due volte al giorno, poi sempre più frequentemente, fino a venerdì che appariva ogni mezz’ora.
    Non credo che le due cose siano connesse, però si sa: a pensar male si fa peccato, ma spesso si azzecca.

    FREE FATTELANARISATA

    Detto ciò vi lovvo fino al delirium tremens

    • credo proprio allora che l’uccellino azzurro non abbia gradito il tuo affannoso ricercare utenti, non credo perché politici, ma forse perché quel comportamento viene catalogato come “bot malevolo”. D’altronde l’escalation di avvisi che hai ricevuto è un indizio piuttosto chiaro. Purtroppo, ragazzi, per quanto ce ne possa dispiacere, quando utilizziamo piattaforme del genere siamo ahimè legati a doppio filo con le terribili “condizioni d’uso”. E per quanto in buona fede, se stuzzichiamo troppo certi meccanismi ecco che il megadirettore galattico di Twitter smette di farci giocare e si allontana con il pallone sotto braccio.

      • Seguo il tuo ragionamento Benny e sarei portato a farlo mio… Purtroppo nom sta scritto da nessuna parte dei termini di utilizzo di Twitter, né è esplicitato nelle pagine di supporto, che effettuare in modo compulsivo ricerche è considerato “malware”… Né è indicato un numero di ricerche giornaliero invalicabile… Con Twitter abbiamo tutti sottoscritto un contratto: in cambio di un servizio gratuito di social networking, Twitter monetarizza i nostri dati personali e trae ricavi da sofisticate operazioni di gamification del marketing… Ergo poiché una Parte del rapporto si arricchisce grazie al lavoro gratuito di milioni di utenti… li dovrebbe trattare molto meglio ed essere molto chiara sul tema della “violazione” delle condizioni di contatto 😉

  3. Questa vicenda mi ricorda uno studio sulla responsabilità dell’agente software intelligente nel caso di contratto cibernetico. Alla fine le macchine, quando sbagliano, riflettono l’ingenuità di chi le ha programmate. Grazie Giovanni, per le importanti riflessioni che rendono “il Twitter…nudo”

    • Come sai sono assolutamente contrario a questo feticismo tecnologico che vede ingenuamente nella Macchina la fonte di ogni risposta. L’utente comune non lo sa ma la crisi economica globale è stata causata da un’anomalia dei BOT che comprano e vendono azioni a Wall Street… Sotto stress le Macchine volatilizzarono il 9% della ricchezza mondiale… Ha senso affidargli la struttura della nostra societá?

  4. Benny grazie del commento, anche io dopo lungo ragionamento penso di essere stato sospeso per quel motivo, ma come dice Giovanni non è vietato da nessuna parte. In secondo luogo io ho solo cercato, non aggiunto, inviato tweet o messaggi privati, possibile che l’algoritmo o il sistema di controllo di twitter non facciano alcun distinguo tra le due cose? Sarebbe un errore facilmente evitabile, e comunque credo sia assurdo poter usare un social network solo entro un certo limite. Rimane però sempre il punto focale della questione: la procedura. La sanzione deve seguire e non precedere la notifica di un comportamento scorretto, la possibilità di fare ricorso ma senza conoscere le accuse è una forma svuotata della sostanza. Se io sono stato sospeso e poi mi diranno: scusi è stato un errore! La prossima volta potrebbe succedere a te e magari un giorno, speriamo di no, sospenderanno qualcuno che ha dato fastidio con i suoi tweet e gli diranno: scusi è stato un errore! Se l’intervento umano c’è dietro i TT in casi importanti come Wikileaks o OccupyWallStreet come hanno svelato gli allegri ribelli dadaisti della Gilda, dobbiamo tenere alta la guardia e rispondere ad ogni segnale, per quanto piccolo sia, perchè un giorno potrebbe fare la differenza e poi ricordo che questi interventi sono sempre volti a migliorare twitter, per farne un social network migliore.

    FREE FATTELANARISATA

    Detto ciò vi lovvo fino alla colite spastica

  5. Aggiungo solo una cosa: è possibile cercare utenti senza interagire con loro anche da non iscritto, in quel caso chi bloccano? Possibile che uno stesso comportamento completamente passivo avuto da un utente sia sanzionato quando è possibile farlo non iscrivendosi? Io almeno ho avuto il buongusto di farlo mettendoci nome e cognome.

    FREE FATTELANARISATA

    Detto ciò vi lovvo come Ace gentile ama i capi delicati

  6. Questo è veramente l’ultimo!
    Pensandoci bene io involontariamente ho attuato quelle tecniche che sono proprie della Gilda35, ho perseguito un comportamento formalmente corretto ma non gradito che di fatto viola delle policy non manifeste. Twitter sanzionandomi scardina le regole e le rimonta secondo le su policy ombra. La domanda allora è quali e quante sono queste policy ombra? E’ giusto agire all’interno di un contesto in cui esiste una legge segreta che nessuno conosce ma da cui dipendono delle sanzioni una volta infranta?

    FREE FATTELANARISATA

    Detto ciò vi lovvo fino all’entropia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...