Riciclaggio del questionario cartaceo del censimento

Ieri ho compilato on-line il questionario del censimento.
Ci ho messo 5 minuti.
Ho inquinato pochissimo (giusto un pizzico di corrente elettrica).
Ho direttamente alimentato la banca dati ISTAT risparmiando un sacco di lavoro inutile a qualche poveraccio.
Ho archiviato ricevuta e questionario compilato nella Cloud, eternamente raggiungibili e al sicuro.
E adesso mi chiedo cosa accidenti ci faccio con l’inutile mammozzone di carta che mi hanno trasmesso i solerti funzionari dell’ISTAT…
Prima di stampare milioni di copie inutili non potevano chiedere agli intervistati come volevano procedere?
Ah dimenticavo poi si metteva in ginocchio il settore delle tipografie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...