Il Fabbro Incantatore di Skyrim

Esimi Ricercatori, come sapete ogni tanto mi piace fare qualche piccola digressione su un mio hobby digitale molto caro: i videogame…

Da qualche giorno gioco a Skyrim, un monumentale videogame dell’acclamata serie di The Elder Scrolls della Bethesda…

Mi ha preso moltissimo, un po’ perché il clima che circonda casa mia sembra simile a quello della gelida landa di Tamriel… un po’ perché mentre mi sono trovato in convalescenza è stato la mia “Cura col Sangue di Drago”…

La funzionalità più interessante che ho trovato in questa quinta edizione del gioco è stata quella del crafting… La possibilità cioè di creare manufatti, manicaretti, incantamenti, pozioni, veleni, ecc…

Una particolare caratteristica del gioco è rappresentata dal fatto che quanto più a fondo si pratica un’arte, tanto più si diventa esperti in essa…

Così il mio valoroso Nord è diventato un virtuoso delle armi a due mani, dell’uso dell’armatura pesante, ma soprattutto è un impareggiabile fabbro e incantatore… Proprio queste due caratteristiche l’hanno praticamente reso la creatura più pericolosa, ricca e potente di Skyrim… Ricoperto della sua armatura di ebano leggendaria completamente incantata e con l’ausilio dei suoi “Spadone Vampirico”, “Ascia Strappa Anime” e “Martello Gelido” (tutta roba in ebano, “leggendaria” e autoprodotta) scorrazza felice trucidando con 1 massimo 2 colpi la maggior parte dei nemici (giusto i draghi richiedono qualche mazzata in più)…

Ma mentre liquidavo l’ennesimo squadrone della morte di maghi guerrieri, tritavo draghi, spappolavo troll in mirabolanti fatalities, mi sono chiesto: “Possibile che l’essere supremo di Skyrim sia un Fabbro Incantatore? Non un Mago, né un Assassino, né un Ladro, né un Paladino… Un Fabbro Incantatore maniaco del fai da te fantasy, che sa solo dare qualche zaccagnata e incassare colpi!”

La cosa lì per lì nella mia mente di vecchio hardcore gamer suscitò un moto di dispiacere…

Poi venne in soccorso la mia cultura nerd…

Ricordai i fondamentali passaggi del Simmarillion di J.R.R. Tolkien, che narravano della “giovinezza” di Sauron… quando si fingeva buono e gli Elfi lo chiamavano Gothraur… e faceva proprio il “Fabbro Incantatore”…

Esimi Ricercatori, ricordatevi sempre: i Bricofer del Fantasy sono luoghi pericolosissimi… e devo ammettere che l’idea di fare del crafting un punto di forza nello sviluppo di un personaggio fantasy non mi dispiace affatto… Insomma geni della Bethesda sono riusciti a rendere credibile e giocabile un’attività che pur rappresentando il nucleo fondante di tante storie fatasy era rimasta in disparte…

La Tecnologia è potere, pure nei mondi fantasy…

Basta con tutti questi personaggi pretenziosi, viva l’umile e temibile Fabbro…

Vi lascio con questo splendido video sulla vera origine del Sangue di Drago

Annunci

Un pensiero su “Il Fabbro Incantatore di Skyrim

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...