Perché non guardare Star Wars con qualcuno nato dopo il 2000

[Contiene spoiler soggetti a prescrizione]

 

I miei amici, attraverso alcuni mini racconti che pubblico su Facebook, hanno fatto la conoscenza del mio primogenito, ribattezzato in quella sede Figlio1, per rispetto della sua privacy. Qualche giorno fa, per prepararci alla visione de “Il Risveglio della Forza” ho commesso l’impudenza cosmica di fare con lui una maratona di Star Wars… con risultati devastanti.

Innanzitutto va premesso che “Il Signore degli Anelli” e il “Marvel Cinematic Universe” rappresentano per la sua generazione (è del 2005), ciò che per la mia ha rappresentato Star Wars… Il che comporta che è perfettamente normale per lui pensare una saga in un numero indefinibile di puntate e fare attenzione a cose tipo: con quale mano il personaggio X si soffia il naso nel film n. 2, per verificare se magari ci saranno conseguenze nel film n. 6 (ragion per cui, ad esempio, non si possono vedere con lui i film degli X-men causa eccesso di buchi narrativi)…

La visione di Star Wars con lui però ha sortito l’effetto di leggere la Bibbia in compagnia del Presidente dell’Unione Atei Agnostici e Razionalisti.

Riepilogo di seguito le considerazioni, con cui ha ammazzato i miei sogni di bambino:

L’Anagrafe Imperiale fa schifo: Luke non viene nascosto in qualche sperduto avamposto ai confini dell’universo, sotto le mentite spoglie di un Mario Rossi qualunque. Viene affidato al fratellastro di Anakin Skywalker, su Tatooine (pianeta natale di Anakin Skywalker), registrato col cognome Skywalker… Facevano prima ad affidarlo all’Asilo Nido Imperiale. Seppure è vero che Anakin Skywalker, dopo la morte di mammina, non vuole più tornare su Tatooine, è inverosimile credere che l’Imperatore non monitori la galassia alla ricerca dei figli di Anakin Skywalker. Dopotutto non ha mai trovato i cadaveri dei bambini su cui effettuare test del DNA per certificarne la morte. Ergo… o l’Anagrafe Imperiale è un colabrodo, o l’Intelligence Imperiale fa ridere i polli, o il Lato Oscuro della Forza rende ottusi come uno scarpone.

A Tatooine vestono tutti da Jedi: anni addietro feci vedere a Figlio1 solo la trilogia originaria (per non inquinarlo), quindi era convinto che l’abito talare dei Jedi fosse l’elegante clergyman sfoggiato da Luke ne “L’Impero colpisce ancora”. Con la visione della (blasfema) seconda trilogia si scopre che l’abito talare Jedi è invece quello sfoggiato da Obi Wan Kenobi… che in pratica lo stesso abito dello zio Owen… che è lo stesso abito dei contadini di Tatooine e degli odiosi Jawa… Un po’ come se vai a Milano e trovi tutti vestiti da cardinali, monsignori e suore, perché i dettami della moda locale sono un po’ così…

Per essere percepito da Darth Vader devi avere l’uccello: il buon Darth Vader riesce a percepire Obi Wan Kenobi e Luke Skywalker tipo da un pianeta di distanza perché la Forza scorre potente in loro… Ciò accade anche quando i poteri di Luke sono molto blandi… Ma nella scena iniziale quando si trova a due centimetri da Leila Organa, in cui come ripetuto fino alla nausea la Forza scorre potente come in tutti i membri della famiglia Skywalker, non si accorge che è sua figlia. Insomma la Forza è percepibile solo nei Jedi maschi! Maledetto Gender, non avrai i Sith!

Gli Ewoks sono i Jar Jar Binks della mia generazione: L’ottimo Figlio1 mi ha fatto notare che tutte le lagne che ho fatto sull’inserimento dell’inutile Jar Jar Binks nella nuova trilogia cozzano col fatto che ho accettato per anni come potabile l’inutile presenza nella trilogia originaria della versione pucciosa e pigmea di Chewbecca. Se Jar Jar Binks è intollerabile coi suoi siparietti comici, altrettanto lo sono i momenti di pucciosità terminale degli Ewoks, messi lì solo per vendere orsacchiottini spaziali. Poi il fatto che gli orsacchiotti spaziali demoliscono il temibile esercito imperiale con lance di pietra e tronchi d’albero è stato oggetto di dileggio fino all’inverosimile.

Leila vede la gente morta: Nella nuova trilogia apprendiamo che Padme, la mamma dei gemelli Skywalker, muore di parto/tristezza. Nella trilogia originaria Luke chiede a Leila se si ricorda della loro mamma e la principessa racconta che Padme era bella, gentile e triste. Secondo Figlio1 delle due l’una: o Padme è morta di parto quindi Leila non ricorda nulla, o Leila è cresciuta per qualche anno con la madre quindi i ricordi sono autentici. Al che ho risposto “E’ la Forza che le fa vedere le cose passate!”… ovviamente Figlio1 mi ha umiliato dicendo che se fosse vero questo Leila avrebbe dovuto avere coscienza di essere un potenziale Jedi già da qualche annetto, o essere chiusa in un ospedale psichiatrico perché parla coi morti.

I Jedi allevano bambini soldato come Kony: Mi è stato garbatamente fatto notare che mentre nella trilogia originaria sembra che i Jedi possono essere educati all’uso della Forza nell’adolescenza, quindi sulla base di un reclutamento volontario, nella nuova trilogia vengono praticamente rapiti in fasce dalle madri, per evitare che si affezionino alla famiglia d’origine. In pratica i futuri Jedi sono infanti rapiti da una setta religiosa, che li sottrae alle cure genitoriali per creare bambini soldato emotivamente deprivati e religiosamente indottrinati a prescindere dalla propria volontà. Tutto molto bello.

I Sith sono delle schiappe in fisica: Questa, lo ammetto, mi ha distrutto. In Episodio IV si sta col fiato sospeso perché nella battaglia finale si attende che la Morte Nera superi il cono d’ombra di Yavin attorno a cui gravita la quarta luna, dove è situata la base ribelle. Figlio1 (anni di Spore & co. me l’hanno reso troppo esperto di tattiche spaziali) mi ha fatto garbatamente notare che ai Sith bastava effettuare subito un attacco a sorpresa sparando il raggio che distrugge i pianeti contro Yavin. I detriti generati dall’esplosione unitamente al cataclisma gravitazionale generato dall’assenza improvvisa del pianeta avrebbero completamente distrutto la quarta luna e ammazzato tutti i ribelli.

Obi Wan Kenobi è un subdolo manipolatore: Il Padre Pio di Guerre Stellari, col favoreggiamento di Yoda, per due film manipola Luke, facendogli credere che Darth Vader ha ucciso suo padre. In pratica quel contorto manipolatore di Kenobi lavora sulla pietà filiale di Luke, per spingere il ragazzo al parricidio. Per fortuna che i Jedi sono i buoni, che al confronto l’Imperatore Palpatine è Mary Poppins.

Ma il maestro di Obi Wan Kenobi chi è?: Nella serie originaria Obi Wan ripete fino allo sfinimento che il suo Maestro è stato Yoda. Nella nuova trilogia apprendiamo che è stato allievo di Yoda all’asilo Jedi e poi il suo Maestro è stato Qui Gon Jinn, che peraltro è stato pure il primo Fantasma della Forza. Figlio1 mi ha fatto garbatamente notare che fa un po’ ridere il fatto che Obi Wan faccia perenne riferimento al proprio maestro d’asilo e che il Fantasma della Forza di Qui Gon non appaia mai neppure per un saluto, o un “Usa la forza Obi Wan!” ogni tanto.

Adesso al prossimo cinepanettone superomistico che mi costringe a vedere glieli buco quei tizi in calazamaglia.

Trovo insopportabile la tua mancanza di fede, Figlio1.

Annunci

28 pensieri su “Perché non guardare Star Wars con qualcuno nato dopo il 2000

  1. Figlio1 molto scaltro è. Anche io ho visto la trilogia classica con il pupo e mi ha ammazzato chiedendomi (pur divertendosi a vedere le sequenze) come facevano degli orsetti con i sassi a vincere contro l’impero.
    Il fatto è che già la trilogia classica ha dei momenti sconclusionati di suo, con quella nuova hanno creato dei paradossi (come quello di Leila che ricorda la madre, Figlio1 ha perfettamente ragione), incredibili (Figlio1 non ha detto nulla dei midiclorian???? mioddio, quando mai sono esistiti?)
    Oggettivamente le saghe attuali, in pariticolar modo la continuity Marvel, sono pensate molto meglio dal punto di vista di connessioni tra un film e l’altro.

  2. peccato che ad un Figlio1 abbastanza scaltro, non corrisponda un Genitore1 altrettanto attaccato alla storia di Star Wars. Le considerazioni sono tutte confutabili, quando non assolutamente irrilevanti per la narrazione. Per non scrivere un post lungo quanto il tuo, rispondo solo alla prima. Chi lo dice che l’imperatore non sapesse dove fosse il figlio di Anakin? Era suo obiettivo farlo crescere e farlo educare all’uso della forza, per poi usare Darth per convertirlo. E’ qui tutto il nodo della trilogia originale! Troppi film di marvel offuscato la mente ti hanno! 🙂

      • Credo che la risposta potrebbe essere più banale di quanto pensi. Per creare odio devi basarti su qualcosa di buono per distruggerlo. Vedi Anakin che a quanto pare cresce bello arzillo tra gli Jedi per poi pian piano, inzingato dal buon Palpy, scoprire tutte le “magagne” dell’Ordine auto-convincendosi che “i Jedi sono il male”. Avere un Darth Maul v2, un semplice “automa” che segue quello che dice il suo padrone senza farsi troppe domande, non gli sarebbe servito a niente. Invece, facendo crescere normalmente Luke e facendogli provare attaccamento verso i suoi cari e la Ribellione avrebbe avuto un potenziale Darth Vader v2… ma senza il 50% del corpo robotico e apparato per aerosol. Imho. Però forse a ben pensarci faccio troppi ragionamenti da fan di “vecchia” data e probabilmente mi do delle risposte insensate 😀

  3. tosto il bimbo! devo farlo conoscere a mio figlio di 7 anni che su star wars è più preparato di me. Forse lui trova una risposta migliore 🙂 Ci provo : i sith sono cattivi ed egoisti e vogliono il potere al minor prezzo possibile, quindi meglio convertirne uno già formato? In alternativa : non è che per conoscere il lato oscuro occorre prima conoscere il lato luminoso? Molti sith (vedi il conte Dooku) infatti nascono come jedi. 🙂 buona fortuna!!!!

    • Ho tentato anche l’approccio “Per essere un vero Sith devi prima essere un vero Jedi”… Risposta:” Allora Obi Wan dovrebbe assolutamente evitare che Luke e Leila vedano a un parsec di distanza mezza spada laser. Che fa si scava la fossa da solo? ” È tremendo ;(

  4. Sappi che è solo ed esclusivamente colpa tua che l’hai fatto crescere aprendogli la mente e abituandolo alla critica razionale. Non è così che si inoculano i dogmi di una religione come la Forza. Purtroppo gli hai insegnato a non accettare supinamente ciò che gli si para davanti. Ora ti tocca il contrappasso dei film di Boldi, De Sica e Pieraccioni, nonché l’intera replica del Grande Fratello 14 (78 giorni di diretta) e il ripasso del film “Italiano medio” (utile per farti capire come si educano le nuove leve).

  5. Come dico nel nome nono ho tutte le risposte… Solo alcune… Intanto Qui Gon non torna come fantasma per un semplice fatto: era stato previsto, peccato che Liam Neeson si fece seriamente male e non poté vestire i panni di Jedi (leggete la sua biografia in internet) e, cosa principale, episodio IV all’inizio era stato pensato come un film a sé… Solo in seguito Lucas pensò ad una trilogia e poi ad eventuali prequel/sequel… Ciò lo ha dichiarato lui stesso in numerose interviste ribattendo proprio su questi paradossi… E come sempre ripete: è un film, godetevelo e nulla più.

    • Questa me la spiego col comportamento da viscido manipolatore di Obi Wan. Mica poteva dire “Luke è la spada che ho raccolto dalla carcassa fumante di tuo padre, dopo che l’ho reso un tronco umano. Vedi un po’ se è della tua misura.” 😉

  6. Il signore degli anelli è una serie di film ispirata ad un libro…È ovvio che i film siano strettamente legati fra loro come i tre volumi del suddetto libro lo sono (tralasciando le grandi e numerose mancanze nei film).

  7. Comunque i dialoghi italiani della prima serie non si possono sentire:

    – Trovo insopportabile la tua mancanza di fede.
    – Fener, basta così. Fener, lascialo sùbito.
    – Se così desideri.
    – Questi bisticci sono fuori luogo.

    Cioè quello lo stava ammazzando e lui lo chiama “bisticcio” (non ho trovato sul tubo la versione italiana).

  8. Sono capitato qui per caso ed ho trovato molto interessante il post e la discussione.
    C’è un aspetto in particolare che mi ha colpito ed è qualcosa su cui mi è capitato di riflettere un po’, cioè la divisione netta tra il bene ed il male ed il fatto che i Jedi siano il bene, moralmente ed insindacabilmente.
    Ecco io credo che invece proprio perchè i Jedi siano per dogma quelli buoni che bisognerebbe mettere in discussione il concetto: se si parla di equilibrio nella forza, e cioè di bilanciare luce ed ombra, lato chiaro e lato oscuro, è l’equilibrio il bene (cioè una specie di Yin e Yang per intenderci) con la conseguente idea che entrambi i lati della forza debbano necessariamente coesistere.

    Parlando in pratica di come ci vengono presentati i Jedi in entrambe le trilogie, a me sembra che la loro bontà sia molto discutibile, oltre ad un’evidente ottusità mentale ed a regole rigide e dispotiche.
    Si, è vero, arruolano bambini soldato e li iniziano ad una vita senza affetti, praticamente alla castità, con regole uguali per tutti, quindi senza tenere conto delle naturali tendenze ed inclinazioni che per bambini provenienti da ogni parte della galassia dovrebbero essere svariate.
    Osservando più nello specifico l’approccio pedagogicamente sbagliato dei Jedi, basta rendersi conto di quale atteggiamento hanno avuto sin dall’inizio con il piccolo Anakin: un bambino cresciuto in schiavitù, portato in un posto nuovo nel quale è disorientato e prova freddo, lontano dall’affetto della madre.
    Ebbene, i virtuosi Jedi lo fanno sentire respinto, rifiutato, nonostante sappiano benissimo quanto potenziale abbia. Praticamente sono loro che gli forniscono la frustrazione e la gelosia, oltre ad un attaccamento morboso per i pochi aspetti gratificanti della sua vita: Padme, le proprie capacità innate delle quali si vanta spesso e la stima del cancelliere Palpatine.
    Dal mio punto di vista i Jedi danno una bella spinta ad Anakin verso il lato oscuro.

    Obi Wan è un maestro non riconosciuto nella sua autorità, che si aspettava un rapporto insegnante-allievo molto simile a quello vissuto con Qui Gonn ed invece gli sfugge la situazione di mano a tal punto che quando si trova davanti al corpo martoriato del suo allievo sconfitto, (che tra le altre cose lascia ad agonizzare sulla lava) lo accusa di aver rovinato tutto, in un modo tale che sembra voler convincere sè stesso di non avere colpe.
    Per non parlare del fatto che è anche colpa di Obi Wan, nascostosi nella nave di Padme, se Anakin si è sentito tradito da quest’ultima fino ad arrivare a soffocarla.
    Quindi si, secondo me Obi Wan ha tante colpe, ma più che un manipolatore mi sembra un personaggio maldestro che cerca di riparare in qualche modo ai propri errori, creandone potenzialmente di altri ( del tipo che Luke non è stato poi così lontano dal lato oscuro ed in quel caso sarebbero stati 2 allievi su 2).

    Quindi io credo sia realistico credere che i Jedi non siano il bene assoluto ed indiscutibile, ma solo dei portatori di una morale socialmente accettata, dei sostenitori di una particolare idea filosofica, religiosa, politica, contrapposta a quella dei Sith.
    Ci sarebbe molto da dire e da analizzare, su questo ed altri aspetti che questa meravigliosa saga fornisce.
    Intanto sii orgoglioso di avere un figlio che mette in discussione le cose e che è curioso di conoscere, capire ed analizzare! Lo stai crescendo nel modo giusto, che la forza sia con voi!!

    • Commento che mi sento di condividere in toto. Io vedo più Lato Oscuro e Lato Chiaro della forza come una simmetria cosmica (tipo taoismo) piuttosto che due categorie morali (tipo manicheismo). Per il resto se la trilogia originaria lasciava qualche dubbio nello spettatore, la trilogia prequel getta una luce parecchio fosca sul totalitarismo Jedi (in pratica questa famosa Repubblica non è altro che un governo fantoccio manipolato da una teocrazia dai poteri militari pressoché illimitati).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...