Gli Occhi del Drago 6: riciclaggi di copioni e recasting a caso

Metto subito le mani avanti: questa recensione/riassunto della seconda puntata della sesta stagione di Game of Thrones sarà beffarda, però sta volta la serie non mi ha annoiato, come spesso è accaduto in passato. Anzi devo ammettere che è stata una puntata divertente e con un discreto ritmo, come non ne vedevo da tempo. Ciò non toglie che la confezione è sempre una “spazzatura smarmellata“, e che si continua nel solco di una produzione casareccia alla “Gli Occhi del Drago”…

Se non volete rovinarvi tutto il rovinabile fermatevi qui. Dopo la notte sarà oscura e piena di spoiler. Spoiler terribili. Spoiler imperdonabili. Quindi tornate a guardare “La prova del cuoco” e tornate su questi lidi solo dopo aver visto la seconda puntata di Game of Thrones.

Iniziamo con le note positive: non si torna a Dorne, non si vedono le Serpi delle Sabbie, non si assiste neanche a uno stupro, nessuno gironzola per le campagne parlando del più e del meno e non c’è neanche una scena di nudo gratuito. Miglioramenti importanti, perché questa è una puntata che come dice René si concentra sulla QUALITA’!

 

hodorbruno

Casa Stark e il recasting situazionista

Bran ritorna nel passato insieme al Corvo a Tre Occhi e vede sua zia, suo zio, suo padre e tre quarti della palazzina sua, che giocano alla guerra… si scopre che Hodor non è nato ritardato, ma che prima era il Bruno Sacchi di Grande Inverno e che deve essere diventato scemo per via di qualche acido preso a un rave… si scopre che a Grande Inverno si stava meglio quando si stava peggio… si scopre che zia Lyanna non era miss Westeros, ma solo una ragazzina viziata e anonima, che imitava la Meridia di Ribelle.

Il Corvo fa uscire Bran dal trip sul più bello, così la scena passa su una attrice pessima di cui ci eravamo dimenticati…

La scena si sposta su Meera, che è in piena sindrome premestruale e tratta malissimo sia Leaf (la Fatina Buona Ammazzazombi), che Bran. Datele un buscopan.

In questa sequenza Sergio Vannucci (il direttore di produzione) ha fatto un recasting che definire bizzarro è poco e René ha girato scene fotocopia abbastanza penose.

Il Corvo a Tre Occhi, che nella quinta stagione era interpretato da un cosplayer sifilitico di Gandalf, ora per qualche colpaccio della produzione è interpretato da un Max Von Sydow ben sbarbato… si sente distintamente Itala che dice “Ammazza… Macs Fonsidov?! Ma chi l’attore! Quello de Matrix?!”… Max ricorda qui tantissimo Orlando Serpentieri, mentre gira “L’anello del conte”, si vede che soffre come un cane a girare sta TV spazzatura, ma anche lui ha il mutuo da pagare… René che sussurra “Cerchi di… mollare un po’. Molli!

corvocontreocchi
Alcuni recasting lasciano quasi turbati… La vecchia Nan che nelle prime stagioni aveva tipo ventimila anni, qui (siamo circa venti/venticinque anni prima dell’inizio della serie) ha sedici anni col trucco, dodici struccata… Leaf è completamente stravolta e da Fatina Buona Ammazzazombi adesso sembra la figlia ritardata della Kerrigan di Starcraft. Pessima.


Visto che René era pigro gira tutta la scena del viaggio nel passato alla “cazzo di cane”, replicando Ned e Catelyn, che osservano i figlioli che si allenano nella prima puntata….

…e riciclando alcune battute degli allenamenti di Jon Snow e Ollie…


Alessandro lo stagista chiede a Renè “E se il pubblico se ne accorge che stiamo riciclando i copioni vecchi?” Il regista prontamente lo rassicura sul fatto che, quando in una serie TV si riciclano i copioni, c’è sempre un critico ritardato pronto a parlare di “parallelismi e simmetrie“.

La fiction di qualità è come il maiale, non si butta via niente.

Le computer grafiche avanzate di Avengers

Al Castello Nero tutta la sequenza pazzesca di botte di culo della puntata precedente trova il proprio apice.

Un secondo prima che Alliser e gli altri traditori uccidano il Cavaliere delle Cipolle e gli altri partecipanti alla “Chiusa del Grande Freddo per Jonny”… BAM! Arriva Wun Wun il gigante con cinquantamila bruti e… MARTELLONE CHE ULULUA “BUCIO DI CULO” COME UN METALUPO… salvano baracca e burattini.

Avanzava della computer grafica da Avengers, così Duccio ha messo delle pelli su Hulk, ha sostituito Loki con un Guardiano della Notte e ha replicato la scena del “te ficco due dita nelle froce del naso e te sbatto per terra come un polpo”.

Tutto molto bello.

Quel cane maledetto di Ollie non viene ammazzato male e questo ci dispiace, ma per lo meno lo chiudono nelle segrete e si spera che muoia per piaghe da decubito infette.

Ad approdo del Re si celebra la Festa della Mamma

Cersei evidentemente è molto turbata per la passeggiata nuda e per le violenze psicologiche subite nella precedente stagione, così tipo “Jay & Silent Bob fermate Hollywood“, che spendevano milioni per picchiare gli haters, invia il suo Zombie-Personale-Un-Tempo-Noto-Come-La-Montagna-Che-Cavalca ad ammazzare tutti i tizi che la prendono in giro.

jayandsilentbob

Lo ZPUTNCLMCC è semplicemente un mostrone silenzioso che ammazza gente su commissione. Non vi aspettate qualcosa di evoluto come la Creatura, Proteo o Brona di Penny Dreadful… niente considerazioni filosofiche sulla resurrezione, sul rapporto mostro/normale, sul conflitto padrone/creatura… no ZPUTNCLMCC è un mostro che spiaccica gente. E basta.

Zio James al funerale della figlia/nipote redarguisce duramente il figlio/nipote Re Tommen il Mollusco “Perché non hai invitato tua madre? Non ho potuto stuprarla davanti al cadavere di nostra figlia, come ho fatto con Joffrey! Che modi! Vai subito a chiedere scusa a mamma”.

Tommen vorrebbe rispondere tipo “Tu non sei mio padre”, poi incrocia lo sguardo con lo zio/padre e assume una perfetta espressione da: “Che famiglia di merda, che mi ritrovo. Mamma e zio incestuosi. Fratello e sorella morti. Mio nonno ammazzato dall’unico zio non incestuoso, che avevo. Mio cugino che dopo essersi fatto mia madre, mo’ se tatua simboli esoterici sulla fronte e picchia donne e omosessuali. Mia moglie carcerata.”

Arriva quindi il cosplayer di Papa Francesco e lo Sterminatore di Re si produce in un risibile numero da bulletto di periferia. Il sant’uomo di fronte alle minacce di morte chiarisce bene alcune cose: “1) A ciccio sei un monco de merda e non me infilzeresti, manco se stessi a dormì 2) Se solo te muovi mando tutti l’amici mia a sfonnatte de mazzate, che quella zoccola de tu sorella dovrà usa’ una scatola de scarpe per fatte la bara 3) A bello de casa, qui stamo a fa la rivoluzione e ve sfonnamo de botte! Io a tu sorella j’ho già sputato in faccia, attento, fascio, che nun ce metto niente!!!! A fascio de merda… QUESTO NON È PIÙ IL TEMPIO DI BAELOR! QUESTO È IL CENTRO SOCIALE OCCUPATO AUTOGESTITO PASSERI RIBELLI!!!”

Questa improvvisa svolta rivoluzionaria è un po’ senza senso e anacronistica, ma ci piace.

Jimmy va via e medita vendetta.

Segue un momento di riavvicinamento madre figlio tra Tommen e Cersei stile “scena de merda de baci de merda”, in cui il pargolo in pratica giura che diventerà il nuovo Joffrey. Ma bene!

Le computer grafiche avanzate di Lo Hobbit

Segue una edificante scena di Nani e Draghi, in cui viene recuperata tanta computer grafica dello Hobbit.
Tyrion ci spiega che i draghi sono più intelligenti degli uomini, ma noi in sei stagioni a parte averli visti ruttare fiamme e mangiare capre non è che siamo rimasti così impressionati.

Comunque la scena funziona.

Liberi Draghi in libera Città Stato.

Erasmus da Incubo seconda puntata

L’Erasmus di Arya subisce una svolta improvvisa.

Siamo alle solite: la sua Tutor la riempie di mazzate e la cosa ci sembra molto giusta, anche se incomprensibile.

All’improvviso però arriva il Magnifico Rettore dell’Università degli Assassini e le fa l’esame a sorpresa. Per prendere il 30 e lode è facilissimo, basta rispondere sempre “Questa ragazza è nessuno”.
Arya dà la risposta giusta per tre volte e viene promossa con laude (penso che però le mazzate della Tutor le abbiano procurato una commozione cerebrale e in effetti non ricordi il proprio nome).

Penoso come tutte le parti su Arya da qualche tempo a questa parte.

A Grande Inverno si celebrano la Festa del Papà e la Festa della Mamma

Qui mi immagino Aprea, Max, Zachia (gli sceneggiatori di Boris) chiedersi: “Ma il pubblico avrà capito che Ramsay è cattivo? Non è che sta risultando troppo buono? Dopotutto ha torturato Theon, che aveva tradito Rob, decapitato il proprio Maestro d’Arme e ucciso i figli della contadina… volevano tutti che Theon subisse un castigo severo. Poi Ramsay ha stuprato con scasso Sansa, ma tutti la odiavano a morte… Alla fidanzatina Miranda voleva un sacco bene… E’ un animalista convinto e un ottimo allevatore di cani, che nutre con carni pregiate. Insomma non è che Ramsay sta risultando troppo positivo?” Sergio Vannucci invece con l’ingaggio di Max Von Sydow aveva seri problemi di budget, così un po’ di attori era meglio che uscissero di scena.

bolton

Quindi è scaturita una sceneggiatura completamente estemporanea, in cui Ramsay in appena tre minuti… apprende di essere diventato il fratello maggiore di un legittimo erede Bolton/Frey… gli prende il pazzo… accoltella il padre (con una scena anche qui clonata dalle precedenti stagioni: l’abbraccio con pugnalata di Roose Bolton a Rob nelle nozze rosse)… dà in pasto ai mastini (sì gli stessi che erano scappati via da Brienne e che Dio solo sa come sono tornati da soli a Grande Inverno) la matrigna (come fa una donna che ha appena partorito a gironzolare come se nulla fosse lo sanno solo gli sceneggiatori) e il fratellastro.

Tuttavia si sente Aprea, Max, Zachia ancora chiedersi: “Ma anche così, siamo sicuri che il pubblico avrà capito che Ramsay è cattivo?”

Podrick light my fire

Podrick Payne impiega un quarto d’ora ad accendere il fuoco. Misteriosamente nessuno, a parte il pubblico, si innervosisce e lo prende a calci. Sansa e Theon si salutano, ma non frega niente a nessuno.
Continuiamo a sperare che muoiano tutti assiderati.

Amatevi come fratelli… delle Isole di Ferro

Nelle Isole di Ferro Re Balon sgrida giustamente la figlia Yara perché è andata a salvare l’inutile Theon. Redarguita la figlia, il vecchio re esce per andare a ninna, ma mentre attraversa un ponte tibetano in mezzo alla tempesta incontra suo fratello Euron Occhio di Corvo (senza benda da pirata), che sta pazzo peggio di uno che ha ingerito un gallone di LSD. Seguono dialoghi presi a caso dal libro di Martin, poi il vecchio re viene ammazzato dal fratello pazzoide.

Al funerale vichingo del povero Balon tutti in spregio alle pari opportunità ricordano a Yara che mancando del requisito di un pene non potrà regnare sulle Isole di Ferro, pur essendo l’unica adatta a ricoprire il ruolo.

Anche questa puntata genererà disappunto nella Presidenta Boldrini.

Jon Gandalf Snow

Segue il colpo di scena più telefonato della storia della televisione.

Il colpo di scena che avevamo capito tutti da un anno (segue per l’appunto una infografica di un annetto fa)…

CHoyn9tWUAAXtUc

Il Cavaliere delle Cipolle va dalla Donna Rossa, che è in piena crisi di fede e un po’ imbarazzato le dice tipo: “Senti visto che ti fai uscire i mostri dalla figa… beh… anche se hai capito che sta storia del Dio Rosso è tutta una stronzata… ah non ti chiedo nulla sulla piccola Shireen, altrimenti dovrei ammazzarti come la cagna maledetta che sei… ma…oh ce la puoi fare una resurrezione al volo per Jon Snow… se serve… io avrei preso anche l’impegnativa dal medico. “

La Donna Rossa con una espressione da fisioterapista costretta a fare i “massaggi” a un parente ignorante ed ingrato pratica a Jonny uno strano rituale da estetista: massaggi, pulizia del viso, capelli e barba il tutto condito da strane litanie.

Si attende invano il miracolo, poi alla spicciolata tutti se ne vanno con una espressione tipo “Vabbé a fa’ uscì i mostri dalla figa so capaci tutte. Noi volevamo vedere una resurrezione. Capra.

Appena Jonny resta solo… il dramma.

Renè che si domanda: “Come la giriamo sta resurrezione? La facciamo alla Gesù di Zeffirelli? Come The Passion di Gibson? “

Poi Duccio propone il risveglio del tossico con iniezione di adrenalina al cuore come in Pulp Fiction… che poi in finale l’hanno usato con la fotografia smarmellata pure nel Signore degli Anelli per la resurrezione di Gandalf.

È fatta.

L’attore cane risorge col metodo del risveglio del tossico con iniezione di adrenalina al cuore.

Giudizio tecnico: DAI DAI DAI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...