Gli Occhi del Drago 6: Episodio 3 “Oathbreaker”

La Terza Puntata del Trono di Spade è il classico riempitivo, in cui il titolo fa da collante agli episodi sviluppati come pensierini delle elementari attorno a una parola chiave.

Il tema di oggi è “Rompitori di Giuramenti”!

La trama si sviluppa tipo Vulvia che recita: “Rompitori di Giuramenti, cosa li spingeva a rompere i giuramenti? Spingitori di Rompitori di Giuramenti che rompevano giuramenti… Solo su… Gli Occhi del Drago 6!”

In pratica succedono solo due cose, ma due di numero… tutto il resto è una serie di clip riempitivo di quelle, con cui David Benioff e D. B. Weiss ultimamente ci abboffano sempre più spesso… Scene riempitivo alla Boris, in cui accadono cose a caso e i colpi di scena non sono mai preceduti da un crescendo narrativo… però tutto è girato con casereccia allegrezza e ci si diverte abbastanza.

Ma bando alle ciance e via con gli spoiler sull’Episodio dei Rompitori di Giuramenti…

spoiler-got-grenn

Alla Barriera Jonny diventa il superuomo di Nietzsche

Il Jonny resuscitato inizia subito malissimo con una chiacchierata mistico/filosofica coi Sandra e Raimondo di Westeros: la Donna Rossa e il Cavaliere delle Cipolle. L’espressione di Jonny è eloquente: “Porca puttana! Così dopo la morte c’è questo? Sti due deficienti? E’ questo l’inferno?”

Alla Donna Rossa, dopo la crisi di fede delle prime due puntate, risale la cretineria e inizia a blaterare fesserie sul Dio Rosso e il Principe che è stato promesso… Qualcuno dovrebbe spiegare all’interprete che i fondamentalisti religiosi non sono necessariamente ritardati mentali. Sarebbe chiedere troppo, così la Donna Rossa tutta infervorata fa il quarto grado a Jonny, che dichiara che dopo la morte non c’è NIENTE…

Immagino David Benioff ammiccare sussurrando “Capito spettatore tu-non-sai-NIENTE-Jon-Snow che dopo la morte non trova NIENTE… sono un genio! Veramente volevo dire che dopo la morte trovava l’Uomo con la Grande Spada di Fuoco, ma se l’era già giocata Carlo Verdone”…

Raimondo delle Cipolle caccia via la Sandra Rossa, stizzito “Oh hai fatto il miracolo, mo’ nun ce rompe le palle, che te accolli.” E Jonny a culo nudo si fa una bella chiacchierata col Cavaliere delle Cipolle, che ci regala un bel recitato, in cui invita il bastardo a diventare una sorta di versione buona del superuomo di Nietzche: “Gli dei non esistono. Il Fato non esiste. Dopo la morte non c’è una mazza…” quindi andiamoci a divertire, penseresti, invece “… quindi combattiamo la buona battaglia!” Non ha molto senso, ma sembra funzionare.

 “Cerchi di… mollare un po’. Molli! La faccia, se mi permette, “a cazzo di cane”!” (René Ferretti)

Ammorbato dai vaneggiamenti dei Sandra e Raimondo del Castello Nero, Jonny esce a farsi una passeggiata e Tormund lo avverte che i Bruti lo vedono come una specie di Gesù Cristo. L’espressione di Jonny è eloquente… si trasforma in Martellone vestito da Lord Comandante, che urla: “E STI CAZZI!”

E mo’ bisogna fare quello che gli Stark fanno meglio: punire i Rompitori di Giuramenti (tranne quando i Rompitori di Giuramenti sono Stark)…

 

Verso Vecchia Città scena di merda di baci vomitosi

Sam e Gilly ci regalano la più ripugnante “scena de merda de baci de merda” della storia del genere umano. Capisco che la ragazza sia una bruta, ma baciare un tizio con la barba sporca di vomito è pesante.

L’idea di Sam è geniale: tornare a casa e dichiarare al padre “Non è vero che sono un ciccione fallito. Mi hai mandato dai Guardiani della Notte e dopo una vita di verginità sono riuscito a prendermi una bruta incestuosa come amante, di cui voglio che mi cresci il figlio putativo. Oh ora sono un Rompitore di Giuramenti babbo! Mi devi rispetto”

Non ha alcun senso, ma Gilly è troppo ignorante per capirlo.

zoro

Visioni a caso di Ned Stark teenager che affronta Zoro di One Piece

Per questo flashback fondamentale mi sono immaginato David Benioff e D. B. Weiss, che giocano a ping pong tipo gli sceneggiatori di Boris… altrimenti non me la spiego.

Beinoff: “La dobbiamo fare filologica. Molto accurata. Ci dobbiamo ispirare ai libri con i Cavalieri della Guardia Reale con le cappe bianche immacolate e Ser Arthur -La Spada dell’Alba- Dayne che con la sua spada leggendaria affronta Ned Stark e i suoi… Voglio Dayne fico veramente, tipo Goemon di Lupin III… Ma una cosa fine, eh… Tipo Akira Kurosawa… I Sette Samurai di Westeros.”

Weiss: “Abbiamo un problema però. La costumista mi ha detto stamane che le cappe bianche delle Guardie Regali, dopo l’ultima scena di mattanza sono rimaste macchiate. Sto sangue finto non va più via. Mo’ parono le tute da Mucca Caroline. Sono tutte pezzate di rosa.”

Beinoff: “E allora lo sai che facciamo? Pigliamo quelle armature da Targaryen che c’erano avanzate… quelle coi draghi fregni, tutte nere… e gliele mettiamo addosso.”

Weiss: “Ma poi i fan si incazzano.”

Beinoff: “Ma che ce frega. Daje. Armature da Targaryen. Daje le armature coi draghi sulla panza! E per la spada leggendaria…”

Weiss: “Niente spada. Lo spadone, quello fico che abbiamo fregato dal set del Signore degli Anelli, s’è spuntato nell’ultima sequenza di lotta al Castello Nero. Ora c’abbiamo solo spade di merda.”

Benioff: “Allora lo sai che facciamo? Ser Arthur Dayne non lo facciamo alla Goemon, ma tipo Zoro di One Piece!!! Tre spade! Una in ogni mano e una spada in bocca! Una figata!”

Weiss: “Sì, ma perché lo chiamano la Spada dell’Alba, se di spade ne ha tre? Non si capisce!”

Benioff: “Daje, ma è più fico così. Immagina Arthur che con due spade lancia un fendente e con la spada che tiene tra i denti decapita un guerriero. Figata”

Weiss: “Ma come la giri sta scena! Dai! Il coreografo se rifiuta! Una spada ce vole!”

Benioff: “Al massimo scendo a DUE spade! Come in Skyrim! Come in Dragon Age! DUE spade!”

Weiss: “Carino, ma ancora non si capisce perché lo chiamano la Spada dell’Alba, se di spade ne ha due! Non si capisce!”

Benioff: “Ma che te frega! Chi segue sta porcheria è come i nostri amici che giocavano a Dungeons & Dragons e che pretendevano di usare due spade perché faceva fico e poi morivano come tordi, perché non avevano uno straccio di scudo per parare. So’ fregnoni! L’idea della doppia spada glie arrazza! Non si accorgeranno di niente!”

Weiss: “Vada per la doppia spada, allora! Senti il delegato di rete ha detto che al colpo di scena, in cui si scopre che Ned Stark era un vigliaccone fracicone ,che usava Reed, per ammazzare a tradimento guerrieri nobili e onesti, deve essere seguita dala scena, in cui si scopre che Lyanna in realtà è la…”

Benioff: “Eh no! Io faccio un colpo di scena per sequenza. Se ne vogliono due pagano doppio! No. Il colpo di scena di Lyanna me lo gioco tra due puntate. Mo’ lo telefoniamo e basta…”

Le visioni di Bran mi danno sempre più da pensare…

Non ti sto costringendo Bran, desidero soltanto che tu sappia che esistono altre cose oltre al lavoro: una di queste è la droga. (Il Corvo a Tre Occhi/Duccio)

Comunque anche il grande Ned Stark, dopo anni di frottole su onore e lealtà, si dimostra un Rompitore di Giuramenti e un cazzaro maledetto, come il resto di tutti i suoi familiari.

Bene così.

 

A Vaes Dothrak seri problemi di parrucca per Daenerys

Dany viene reclusa nell’ospizio delle kaleesi, ha una parrucca orrenda e, alla millesima volta, che recita i suoi fantasiosi titoli nobiliari, la caposala si trasforma in Martellone e le urla: “E STI CAZZI!”

In sostanza le regole dell’ospizio sono quelle dello stagista schiavo:

 “Devi stare muto, basso profilo, chiappe strette e sperare in Dio.”

La Caposala chiarisce a Dany che non essendosi presentata alla visita di leva delle vedove rischia di essere considerata come una volgare Rompititrice di Giuramenti e la cosa potrebbe essere problematica.

 

A Mereen Tyrion gioca a romanella e Varys scopre ciò che sapevano tutti

Varys minaccia di torturare il figlio di una prostituta, che due o tre stagioni addietro aveva ammazzato un Immacolato, che la pagava per ricevere le coccole (sembra stupido, ma è così). L’eunuco ottiene informazioni fondamentali impossibili da immaginare: “Tutti odiano Dany.”

Chi l’avrebbe mai detto che i popoli conquistati da Dany, impalati dai suoi Immacolati e sbranati dai suoi draghi non avrebbero ottemperato ai propri giuramenti di lealtà? Maledetti Rompitori di Giuramenti!

Nel frattempo Tyrion fa la più noiosa partita a Obbligo o Verità che abbia visto dalla terza elementare. Bruciare un attorone, come Peter Dinklage così è atroce.

Signori io mi scuso con tutti voi, ma questa fiction è veramente tremenda. (René Ferretti)

 

Ad Approdo del Re i soliti inutili bisticci del Consiglio Ristretto

Nel frattempo nella Fortezza Rossa è tutto un susseguirsi di scene idiote: Qyburn che distribuisce dolcetti ai bambini, Cersei che litiga con lo zio, la Regina di Spine che la punzecchia e Re Tommen che in due minuti passa da minacciare il Compagno Alto Passero di sgombrare il Centro Sociale Occupato Autogestito Passeri Ribelli, ad unirsi alla comune e farsi una canna di incenso.

Poi io non capisco cosa c’è da ridere ne Gli occhi del drago: stupri, tradimenti, uno che s’accoppia co n’altra e poi scopre essere la sorella. È tutto tranne che comico! (René Ferretti)

Complimenti a Re Tommen, che non è riuscito a mantenere il giuramento di essere fetente come Joffrey, neanche per una puntata.

Voto: Rompitore di Giuramenti.

 

Erasmus da Incubo: Braavos. Terza Puntata.

L’Erasmus di Arya prosegue alla grande! E’ stata riammessa all’Università degli Assassini… dove la sua Tutor continua a riempirla di mazzate sulla bocca, finché non gli vengono riflessi alla Daredevil. Il Preside la invita a bere l’acqua avvelenata e lei invece di morire riacquista la vista. Arya perde il suo status di Rompitrice di Giuramenti e inizia a preparare la tesi di laurea.

Come al solito tutto non ha alcun senso, ma senti che grosso modo vada bene così.

 

A Grande Inverno Rickon invecchia di dieci anni in un solo giorno

Anche qui immagino Beinoff e Weiss dialogare in modo concitato…

Beinoff: “Ma il pubblico avrà capito che Ramsay è il cattivo?”

Weiss: “Secondo me no. Risulta ancora troppo positivo. E’ vero che ha accoltellato il padre e dato la matrigna e il fratellastro in pasto ai cani, ma la scena ai vegani è piaciuta un sacco.”

Beinoff: “Dobbiamo inventarci qualcosa! Dobbiamo dargli qualcuno da scuoiare! Qualcuno per cui il pubblico si preoccupi! RICKON!”

Weiss: “C’è un problema. Abbiamo fatto un macello col recasting anche questa volta. Così nell’ultima puntata della quarta stagione Rick aveva sei anni… e ora a due anni di distanza abbiamo un attore ventenne… che pare che Osha/Ninfadora piuttosto che la babysitter gli abbia fatto da amante.”

Beinoff: “Senti, se passa la storia di Arthur Dayne vestito da Targaryen e armato con due spade, a sto giro passa tutto… Daje!”

Weiss: “Ah, l’addestratore dei cani è in sciopero. Quindi invece di Cagnaccio usiamo una testa di metalupo… Va bene eh?”

Abbiamo così gli Umber che si alleano ai Bolton e ai Karstark, in una scena in cui si celebra la sagra della Rottura del Giuramento: lealtà filiale, lealtà verso il signore, lealtà verso i sudditi, protezione dei minori… evviva.

 

Ero rimasto Lord Comandante solo per fare il culo a Ollie

Si ritorna sulla Barriera, dove Jonny fa ciò che gli Stark fanno meglio: eseguire personalmente esecuzioni. Ora i Bolton saranno figli di puttana, ma pure gli Stark hanno un concetto del perdono molto particolare… Così accade ciò che tutti attendevano da un anno: i Corvi traditori vengono ammazzati e Ollie fa la fine bruttissima e meschina, che si meritava.

Tutto si svolge in ossequio alla grande regola del Ju Jitsu di Stanis…

Il Ju Jitsu dice una cosa molto importante: se ti attaccano tu fai un passo indietro, se ti attaccano di nuovo fai un altro passo indietro, ma se dietro c’è il muro, tu devi reagire. (Stanis La Rochelle)

Soddisfatto per il bel lavoro da Stark appena eseguito, Jonny molla la cappa di Lord Comandante al primo Corvo che incontra e fa un colossale CIAONE a tutti al grido di: “La mia guardia durava fino alla mia morte. Sono morto. La guardia è finita, idem il voto di castità. Sono un Rompitore di Giuramenti anche io! Mignotte di Città della Talpa a me!”

E pure sto giuramento ce lo siamo rotto.

Giudizio tecnico: DAI DAI DAI

 

Nelle puntate precedenti:

Episodio 1: Gli Occhi del Drago 6 una fiction di Renè Ferretti

Episodio 2: Gli Occhi del Drago 6: riciclaggi di copioni e recasting a caso

 

 

Sempre su Game of Thrones

Game of Spoiler (no spoiler inside)

Game of Thrones e il fallimento della scrittura

Serie TV: un bilancio del mio 2015 da videodipendente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...