Gli Occhi del Drago 6: Episodio 4 “Book of the Stranger”

Game of Thrones con questa quarta puntata si è fatto perdonare dal sottoscritto parecchie boiate della quinta stagione e parecchi scivoloni di questa in corso. Gli showrunner, David Benioff e D. B. Weiss, finalmente hanno capito che bisogna abbandonare il Libro dell’Estraneo e buttarsi a capofitto in un fracassone show televisivo.

La puntata di oggi, infatti, è dedicata al “Libro dell’Estraneo”, che non è uno dei libri che compongono la “Stella a Sette Punte”, la Bibbia del culto dei Sette di Westeros, bensì è il quaderno delle istruzioni lasciato da George RR Martin alla produzione. Finalmente sembra che gli autori abbiano preso le istruzioni di Martin e le abbiano gettate nel tritarifiuti, regalandoci un episodio con dialoghi certamente più sciatti, ma con una messa in scena nettamente superiore a quella delle ultime due stagioni.

Bando alle ciance e scaraventiamoci, come di consueto, nei retroscena alla Boris del nostro amato show!

Seguono spoiler, illazioni e mistificazioni.

Non dite che non vi ho avvisato.

“Qualità o morte!” (René Ferretti)

spoiler-got-grenn

Quello che tutti attendevamo

MOMENTO DI RICONGIUNGIMENTO FRATERNO STARK: Accade ciò che tutti noi fan attendevamo dalla prima puntata dell’ormai lontana prima stagione: due Stark si ricongiungono. Avevamo lasciato Jonny, che stava andando a Città della Talpa a sfogare la propria libido, quando arriva la sorellastra Sansa e vanifica i suoi buoni propositi. Ammettiamolo sta scena ci ha commosso e abbiamo fatto una espressione da gattini kawaii, che Hello Kitty scansate.

ILLAZIONI: In questo episodio abbiamo notato tutti che Sansa assomiglia un sacco a Ygritte (l’amante bruta di Jonny), ma con le tette… pure i sassi sanno che Jonny non è il fratellastro, ma il cuginetto Targaryen di Sansa… e beh appena la ragazza sarà vedova (speriamo presto), secondo me un pensierino ce lo farà… Vi ricordo che nelle intenzioni iniziali di GRRM (v. “La lettera con cui George R.R. Martin propose “A Game of Thrones” al suo agente”) Jonny doveva sposare una delle sue sorellastre/cugine Stark (precisamente Arya), a conclusione di un triangolo amoroso con Tyrion (primo marito di Sansa appunto). Facciamoci due conti…

“Poi io non capisco cosa c’è da ridere ne Gli occhi del drago: stupri, tradimenti, uno che s’accoppia co n’altra e poi scopre essere la sorella. È tutto tranne che comico!” (René Ferretti)

IL GRANDE PIANO STARK: Infatti Sansa, consapevole dell’ascendente sul fratellastro/cugino/potenziale sposo (i rapporti familiari in Gane of Thrones sono un disastro), sfodera discrete abilità manipolatorie e in poche azzeccate battute lo convince che deve fare l’unica cosa, che gli riesce bene: ammazzare la gente a caso. E così in quattro e quattr’otto Sansa con la voce da Libanese di Romanzo Criminale propone: “Qual è il piano? Se ripijamo Grande Inverno!”

RETROSCENA: Nel Libro dell’Estraneo questa scena non c’è: Sansa è nella Valle a fingersi la figlia bastarda di Ditocorto, Jon è morto e non se la pensa proprio, Ramsay ha sposato una finta Arya, Jane Poole, che è prigioniera insieme a Theon di Re Stannis, che peraltro è vivo e vegeto e poi Ramsay non tiene prigioniero Rickon, che è al sicuro in un’isola di bruti cannibali (!). Peraltro secondo GRRM un viaggio di un chilometro nei libri richiederebbe ottantadue deviazioni, settecentoquindici pagine di dialoghi inutili e la descrizione di ogni pasto fatto lungo la strada. Saggiamente David Benioff e D. B. Weiss hanno interpellato il proprio consulente, Martellone, che ha risposto “Eh sticazzi!!!” e ci hanno regalato un ricongiungimento bello, ben ritmato e soprattutto veloce.

jdB73C8GHFDx

LA SEQUENZA TOP: Poi c’è la scena che mi ha mandato in visibilio… Tormund Terrore dei Giganti che fa un mirabolante gioco di sguardi piacioni con Brienne. Ora nel Libro dell’Estraneo Tormund sta a trastullarsi coi bruti sotto la Barriera e Brienne rapisce James Lannister su commissione dello zombie di Catelyn Stark. Ma anche qui gli showrunner se ne sono bellamente fregati e ci hanno fatto sognare la coppia definitiva, che concepisce nel mezzo della battaglia il Re Oltre la Barriera Definitivo: Tarthsbane Terrore degli Orsi. Subito dopo, a Castello Vianello, Sandra La Donna Rossa e Raimondo Il Cavaliere delle Cipolle hanno (finalmente) un confronto sul destino di Stannis e della povera piccola Shyreen (Donna Rossa, ora che hai resuscitato Jonny, finché non morirai malissimo non mi darò pace)… Ma arriva una Brienne sempre più gagliarda, che in pratica con un vocione alla Mario Brega dice: “Stannis? L’ho giustiziato io, quer fijo de ‘na mignotta. E m’ha pure detto che Renly, l’amore mio, l’hai ammazzato tu, brutta strega, insieme a sto vecchiaccio bavoso co’ un mostro, che t’è uscito dalla fregna. Attenta Strega Roscia, nun me fai paura pe’ niente e come te giri te fulmino. E te, pupazzo con le dita mozzate, levate de’ torno che te sfonno de pizze co’ ‘na mano sola. A proposito il tizio alto con la barba roscia l’avete visto in giro?” Brienne facce sognà: un figlio con Tormund e l’esecuzione della Donna Rossa. Nell’ordine che preferisci. Voto a Brienne passata da personaggio noioso e lagnoso a oscuro oggetto del desiderio di Tormund, ammazzatrice e di re, salvatrice della vera Regina del Nord e minacciatrice di streghe: DAI DAI DAI!!!

margherita-loras

I Clippini

Seguono un po’ di scene discontinue. Diciamo i soliti clip di youtube, ma girati con un po’ più di scioltezza del solito. Scene in cui fratelli si ricongiungono, qualcuno sottovaluta le abilità manipolatorie della propria potenziale vittima, o in cui si elaborano piani, la cui validità sarà messa alla prova nelle prossime puntate.

IL GRANDE PIANO DI DITOCORTO: Ditocorto, manipolando il Re ritardato della Valle, Robin, costringe il comandante delle Forze Armate degli Arryn a muovere guerra contro i Bolton. Scena completamente priva di senso, ma i piani di Ditocorto di solito si comprendono solo nella stagione successiva. Consiglio al Comandante, che pensa di essere in vantaggio su Ditocorto, solo perché possiede una spada, di chiedere a Ned Stark, se ciò di solito funziona. Ah già… Ned is dead.

IL GRANDE PIANO DI TYRION: A Meeren il nano Tyrion stringe un accordo con gli Schiavisti abbastanza insensato: “Voi smettete di assediarci e di finanziare i Figli dell’Arpia e noi vi concediamo di riposizionarvi sul mercato, grazie a una moratoria di sette anni, che vi consentirà di proseguire i vostri loschi traffici di schiavisti.” Perché gli Schiavisti dovrebbero accettare un simile accordo, quando sono in posizione di totale vantaggio per me è un mistero. Ah già Tyrion ha i draghi, che non sa come usare. Consiglio a Tyrion, che sottovaluta gli Schiavisti e non ascolta Misandrei e Verme Grigio, che invece lo mettono in guardia, di trovare qualcuno che scriva meglio i sui dialoghi. Sembra ritardato peggio di Robin Arryn. Dov’è finito l’acume del Folletto? Che gli danno da mangiare in quel di Essos?

“Fffhh… Meereen! […] Mamma mia la monnezza c’ho fatto!” (René Ferretti)

MOMENTO DI RICONGIUNGIMENTO FRIENDZONE: Dario e Mai-una-Jorah hanno un piano intelligentissimo: si infiltreranno in Vaes Dothrak disarmati, indossando armature in cuoio e fingendosi mercanti di vino. Vengono ovviamente riconosciuti subito. Segue colluttazione con dothraki ammazzati a caso e la più ridicola occultazione di cadavere di tutti i tempi. Martellone a questo punto esce e grida: “BUCIO DI CULO!” E in un battibaleno i Nemiciamici incontrano Dany proprio mentre va a fare la pipì tra le frasche. Mai-una-Jorah vorrebbe fare il guardone, ma Dany ha un piano… e come vedremo è un bel piano! Possibile che i Dothraki lascino la Regina dei Draghi custodita da un manipolo di vedove? La sicurezza Dothraki fa schifo.

MOMENTO DI RICONGIUNGIMENTO FRATERNO TYRELL: Ad Approdo del Re c’è un bel dialogo tra il Compagno Passero Ribelle e la Regina Margherita Passera Indomita, in cui scopriamo che il sosia di Papa Francesco ha iniziato a odiare donne, omosessuali e chiunque si diverta, dopo una colossale orgia con annessa sbornia triste (ma una psicoterapia?). La Regina Margherita dimostra particolare acume, si finge pentita, ripete a memoria il catechismo dei Passeri Ribelli e riesce pure a ricongiungersi col proprio fratellino. Loras ha subito svariati tentativi dei Passeri Ribelli di “curare” a suon di mazzate la propria omosessualità e ne è uscito spezzato nel corpo e nello spirito. Il passaggio con la Regina Margherita, che lo conforta, è bello e toccante. Talmente toccante, che se le cose andranno come nella stagione precedente, uno dei due morirà malissimo.

IL GRANDE PIANO LANNISTER-TYRELL: Cersei e James riescono a far riflettere lo zio Kevin e la Regina di Spine, che se continua sta storia di Occupy Westeros qui finisce male: il 99% che costringerà l’1% a sfilare nudo per le strade, con l’incesto, la promiscuità sessuale e l’ubriachezza banditi e con l’evasione fiscale debellata… Così elaborano un piano: Zio Kevin, per non violare la promessa fatta a Re Tommy, non attaccherà il Centro Sociale Autogestito Passeri Ribelli, ma manderà fuori città le truppe, la Regina di Spine farà entrare nella capitale le truppe dei Tyrell e libererà la Regina Margherita e Loras. Sto passaggio è girato un po’ coi piedi, quindi cerchiamo di spiegarlo un po’ meglio… Cersei ormai è ossessionata dalla profezia di Maggy la Rana: sa che sopravvivrà a tutti i propri figli. E’ pertanto essenziale che il buon Re Tommy generi al più presto con la Regina Margherita un piccolo erede legittimo, altrimenti la linea di sangue dei Lannister perirà. Poi se dallo scontro tra i Tyrell e i Passeri Ribelli, entrambi suoi nemici, scaturirà una guerra civile, tanto meglio: lei potrà raccogliere i cocci, tenendo pure le mani pulite. Piano pazzoide, ma potrebbe funzionare, ma siamo in Game of Thrones e pertanto non funzionerà.

MOMENTO DI RICONGIUNGIMENTO FRATERNO GREYJOY: L’inutile Theon torna a casa nelle Isole di Ferro e trova sua sorella Yara cupamente seduta sullo scranno, che apparteneva al padre. Yara/Asha è uno dei miei personaggi preferiti: una donna forte che vive i propri amori con passione e indipendenza, un comandante spietato coi nemici e leale coi propri compagni d’arme, una figlia e una sorella profondamente leale… Eppure rischia di essere esclusa dal trono solo per l’assenza del requisito di un pene, così il buon Theon, che non possiede questo requisito neanche lui, dichiara che non reclamerà il trono e che supporterà la candidatura di Yara alla prossima acclamazione del re. La prima cosa giusta detta da Theon in tanti anni. Siamo commossi.

OSHA SOTTOVALUTA RAMSAY: Osha, la bruta babysitter di Rickon Stark, crede di poter fare con Ramsay il solito numero: “Hai mai scopato con una bruta? Vieni che ti faccio provare il brivido e poi ti ammazzo/mutilo/stordisco e scappo.” Purtroppo per lei anche questa settimana gli sceneggiatori si sono chiesti: “Ma gli spettatori avranno capito che Ramsay è il cattivo di questa stagione? Nella prima puntata, dando il cadavere dell’amante in pasto ai cani, ha fatto felici gli animalisti. Nella seconda uccidendo il padre che mangiava carne, ha fatto contenti i vegani e, dando in pasto ai cani matrigna e fratellastro, gli animalisti… Facciamogli uccidere una babysitter, così capiranno quanto è cattivo!” Ma Ramsay ammazza Osha, mangiando una mela verde vegana, crudista e fruttariana e anche stavolta non abbiamo capito, se è davvero cattivo.

“No a chi ama cani e gatti e ignora le sofferenze dei vicini” (Papa Francesco, dopo aver visto le sequenze di Ramsay Bolton)

GLI STARK NON SOTTOVALUTANO RAMSAY: C’è un’altra scena mitica. Al Castello Nero si consuma un frugale pasto con Tormund che addenta le pietanze, lanciando occhiate piene di bramosia a Brienne. Donne, se un uomo mangia qualcosa guardandovi così, allora è vero amore. Nel mezzo del desinare arriva una lettera di Ramsay, che pare il parto del delirio di un serial killer psicopatico tipo Zodiac… ah già, Ramsay è un serial killer psicopatico peggio di Zodiac. Stark e bruti prendono seriamente la minaccia e si preparano alla guerra: 2000 bruti contro 5000 Bolton (ma i rinforzi della Valle dovrebbero essere in arrivo). Poi uno vorrebbe chiedere: “Jonny, ma non avevi portato i Bruti al di qua della Barriera, per difenderla dalla Legione di Zombi del Re della Notte? Adesso lasci tutto sguarnito per il tuo fratellastro/cugino e rischi di far morire tutti?” Come al solito i piani degli Stark non si capiscono. Anche se…

“Il Ju Jitsu dice una cosa molto importante: se ti attaccano tu fai un passo indietro, se ti attaccano di nuovo fai un altro passo indietro, ma se dietro c’è la Barriera, tu devi reagire.” (Stanis La Rochelle)

dany-superstar

 

Quel gran pezzo della Regina dei Draghi tutta bona tutta calda

Per il finale mi immagino un dialogo tra David Benioff e D. B. Weiss su questa falsariga…

Bienoff: “Dobbiamo scrivere il processo di Dany!”

Weiss: “Facciamo arrivare Drogon e Dany vola via in groppa al drago!”

Bienoff: “Troppo scontato, il pubblico se lo aspetta. No. Serve un climax drammatico…”

Weiss: “Dany scappa via con la Strana Coppia.”

Bienoff: “Troppo noioso. Il pubblico odia Dario e Mai-Una-Jorah.”

Weiss: “La facciamo ammazzare da Ramsay, così il pubblico capisce che è il cattivo!”

Bienoff: “Sarebbe un’idea… Ma no. Serve qualcosa di GROSSO! Fammi pensare… Allora… Dany viene processata da un gruppo di Khal Dotrhraki, che fa sfoggio di misoginia e sessismo ai massimi livelli: battute sul fatto che è una nana di merda, minacce di farla montare dai cavalli, insulti di ogni genere e grado assortiti…”

Weiss: “Lei si ribella e il capo dei Dothraki la stupra davanti a tutti e Jorah guarda la scena e piange!”

Bienoff: “Ma tu sei un incosciente! Ricordi il casino nella quinta stagione con lo stupro di Sansa? Hai voglia di passare tutto giugno a rispondere alle minacce di femministe indignate col pallino per la castrazione?”

Weiss: “Mio dio… Ancora ho il mal di testa! Allora prendiamo dal Libro dell’Estraneo qualche paginata a caso di dialoghi insulsi. I Dothraki si convincono a seguire Dany e…”

Bienoff: “Guarda che dopo le ultime due stagioni, ogni volta che Dany apre bocca, la gente leva l’audio. No, abbiamo esagerato. Il Ciccione, dopo il primo libro, non sa cosa farci con Dany. La manda a zonzo a caso, le fa liberare città a caso, amare gente a caso, dire cose a caso. Dany non funziona più.”

Weiss: “Siamo perduti!”

Bienoff: “No. Faremo un back to the basis. Si torna alla prima stagione, quando Dany era il simbolo del Girl Power! Andrà così: Dany coi Nemiciamici ha preparato un trappolone… il pavimento del palazzo dei Kahl è stato cosparso d’olio e coperto di paglia… le porte sprangate e le guardie sgozzate…”

Weiss: “Dracarys! Arriva Drogon e brucia tutti!”

Bienoff: “No! Più Girl Power! Niente draghi maschilisti servi del patriarcato! Dany donna forte, indipendente e coraggiosa, se la risolve da sola… Allora Dany, mentre tutti le tirano i cartoccetti… Te ricordi Kill Bill? La cena della Yakuza, coi boss che pigliano per culo O-Ren Ishii? Che alla fine O-Ren zompa sul tavolo e decapita il boss?”

Weiss: “Ancora con sta storia delle tre spade? Ti prego, no!”

Bienoff: “Non hai capito una mazza. Dany, all’ennesimo insulto sessista, con una espressione un po’ O-Ren Ishii e un po’ Laura Boldrini, sale sulla pedana e getta i bracieri in terra e fa un bel barbecue di capi Dothraki!!! I sessisti maschilisti del patriarcato dothraki vengono bruciati vivi dalle fiamme e noi veniamo riabilitati dalle femministe!”

Weiss: “Ammazza, forte sta scena. E’ un po’ un mix-fotocopia tra Dany che risorge dalle ceneri della pira funebre di Khal Drogo, dove ha dato fuoco alla strega Mirri… e Dany che dà fuoco agli stregoni di Qarth… e Dany che dà fuoco ai padroni degli Immacolati… Però funziona.”

Bienoff: “Funziona. Il pubblico ama Dany che brucia persone. Però mi chiedo una cosa… Non sarà troppo femminista come scena?”

Weiss: “Dobbiamo mitigare. Chiudiamo con Dany che mostra le tette e tutti i dothraki, che si chinano davanti alla sua patonza.”

Bienoff: “Fa un po’ ‘Quel gran pezzo della Regina dei Draghi tutta bona tutta calda’, ma può funzionare”…

Il resto è storia.

VOTO: DAI DAI DAI!!!

tumblr_inline_nlrvweAYtT1rfy05g

Nelle puntate precedenti:

Episodio 1: Gli Occhi del Drago 6 una fiction di Renè Ferretti

Episodio 2: Gli Occhi del Drago 6: riciclaggi di copioni e recasting a caso

Episodio 3: Gli Occhi del Drago 6: Episodio 3 “Oathbreaker”

Sempre su Game of Thrones

Game of Spoiler (no spoiler inside)

Game of Thrones e il fallimento della scrittura

Serie TV: un bilancio del mio 2015 da videodipendente

 

Annunci

2 pensieri su “Gli Occhi del Drago 6: Episodio 4 “Book of the Stranger”

  1. Ti prego non smettere, è più divertente gli occhi di drago che GoT 😀

    Ps. qualche volta mi piacerebbe sapere cosa ne pensi di Better Call Saul (per me: capolavoro!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...