Gli Occhi del Drago 8: La Festa degli Abbracci di Winterfell – GoT S08xE01

Ovvero come con la prima puntata dell’ottava stagione di Game of Thrones , Winterfell si è assistito alla più lunga sequenza di fanservice, che mente umana ricordi nella sobria cifra della “regia alla cazzo di cane” del maestro René Ferretti. Fan di Boris e Game of Thrones eccovi i succosi dietro le quinte del record mondiale di scene di merda di baci di merda e abbracci di merda.

C’è grande eccitazione alla Magnesia per la produzione della prima puntata di Game of Thrones, che anche quest’anno è stato subappaltato alla compagnia di Boris…

Sì, tu quando la finirai di nutrire del rancore nei miei confronti, me lo spieghi un giorno. Io lo capisco che è difficile, Sansa, lavorare con un ex però esci da questa cosa, superala, ti fa male e ti ammali poi! Abbi pazienza!

(Tyrion Lannister)

La Festa degli Abbracci

Scenografo: René io devo preparare ancora tutto per questa Festa degli Abbracci. Una montagna di rape del Nord al centro tavola e la tavola imbandita stile Taffo come piace agli Stark. Ma sul copione c’è scritto “si sente il calore tipico della Festa degli Abbracci e si mangia il tipico cibo dei draghi”. Cioè io questo calore te lo vorrei pure restituire e pure il cibo dei draghi… Ma una domanda… Che cazzo se magnano sti draghi? E che cazzo è sta Festa degli Abbracci?!

Itala: Eh, lo vorrei sape’ pur’io!

René: Ma guarda… neanch’io la conoscevo, eh! Però nel Mondo del Ghiaccio e del Fuoco di Elio e Linda (gli assistenti di Martin) dicono che è una specie di festa dei Primi Uomini, una cosa ancestrale da Figli della Foresta, capito…

Arianna: Ah sì ho capito. Infatti ho letto che è la Festa di Santa Maria degli… Alberi Diga!

René: Eh, però l’importante è che ci sia una bella atmosfera di festa in stile Stark capito? Tutti si cacano addosso dal freddo, tutto è addobbato per un funerale, la Lupa della Magica ovunque, il popolino che guarda incazzato e affamato, Sansa che disprezza il prossimo, i superstiti che si scambiano ore di abbracci di merda e di baci di merda con quelle faccette tipo “Oh, alla fine ce siamo beccati, proprio un attimo prima di morì ammazzati!”… con tanto cibo per draghi! Per un motivo: perché tra un po’ si scoprirà della cazzata che ha fatto Daenerys a bruciare tutti i rifornimenti dell’Altopiano, con cui avrebbero sfamato il Nord per dieci anni! In tutto questo Jon entra a Winterfell dopo essersi sottomesso alla Figlia Folle e piromane del Re Folle, che si presenta con al seguito due draghi affamati, un esercito di eunuchi negri affamati, un’orda di stupratori mongoli affamati… l’ex marito di Sansa… lo schiavista esule Jorah Mormont bandito da Nord da Ned Stark… Varys l’eunuco che aveva cospirato coi Lannister contro Ned Stark… insomma tutta la gente che può star sul cazzo agli Stark.

Scenografo: Va bene, comunque René se chiedete chiarimenti agli sceneggiatori quando scrivono “si sente la classica atmosfera della Festa degli Abbracci” a me mi fate lavorare meglio!

Come Nara e Icardi

Seguono una serie di infruttuosi tentativi di contattare gli sceneggiatori all’esito dei quali arriva la telefonata di Lopez.

Lopez [al telefono]: Abbiamo un problema con la scena dodici molto semplice.

René: Non ho capito. Qual è il problema?

Lopez: Be’, la scena dodici risulta un omaggio a una scena di una serie cinese.

René: Come “un omaggio”?

Lopez: È una scena parente di una scena di una serie TV cinese, capito?

René: No cioè scusa, mi stai dicendo che la Festa degli Abbracci sarebbe una… una sorta di Capodanno Cinese dell’Anno del Drago?

Lopez: Sì esatto, sì. Solo che loro là hanno le anatre glassate e noi qui non sappiamo cosa cazzo far mangiare a sti draghi!

René [spazientito]: Sai che te dico? Che sto cibo per draghi m’ha rotto i coglioni! I CAZZO DI DRAGHI SE MANGIANO IL CAZZO CHE GLIE PARE!

Lopez: Eh, René… c’è un altro “omaggio” che va gestito bene… Sai la storia di Jon Snow che, per scopare con Daenerys, ha rinunciato al ruolo di Re del Nord… La storia di un Capitano riottoso che per amore rinuncia a guidare la propria squadra… La storia di una compagna invadente con una cofana di capelli ossigenati, un brutto carattere, i sopracciglioni neri, le zinne rifatte, che vuole trattare l’ingaggio del proprio uomo altrimenti non lo fa giocare… La storia di una squadra incazzata, i cui sogni di gloria naufragano a causa della fregna… Beh, ricorda un po’ troppo la vicenda Icardi/Nara… quindi cambiamo qualcosa…

René [alterato]: SAI CHE CAMBIO?! CHE ADESSO TE SPUTTANO TUTTO IL BUDGET IN UNA SCENA DI MERDA IN CUI JON E DAENERYS SALGONO IN GROPPA AI DRAGHI E VOLANO! COSI’ LA NARA NON SI PUÒ INCAZZARE! PERCHÉ LA NARA NON C’HA I DRAGHI! [calmandosi] Così mentre tutto intorno regnano la morte, lo stupro e la carestia, mentre arriva tutto i cast di zombie di The Walking Dead, sti due stronzi volano alla Cascata delle Marmore per una bella scena di baci de merda!

Quel gran pezzo della Lannister tutta bona tutta calda

Sceneggiatore Aprea: Adesso si svolge una scena cruciale per i futuri assetti della serie. L’azione si sposta ad Approdo del Re, dove Euron il Pirata dei Caraibi Greyjoy ha appena traghettato ventimila mercenari della Compagnia Dorata. Cersei è indispettita perché il Pirata dei Caraibi non ha portato con sé gli elefanti, ma a suo modo è compiaciuta.

Sceneggiatore De Lorenzo: Allora Euron spavaldo chiede alla regina di essere pagato in natura, ma Cersei sdegnata precisa che si concederà al Pirata solo dopo la fine della guerra e a seguito di un legittimo matrimonio.

Arianna: Mi sembra giusto.

Sceneggiatore Sartoretti: Poi scopano. Così de botto, senza senso!

Arianna: Scusate, abbiamo sviluppato per sette stagioni Cersei come un personaggio moralmente ambiguo, ma forte. Una donna che lotta per emergere in un mondo dominato dal Patriarcato, una donna che lotta contro gli abusi del Potere e della Chiesa… poi si concede al primo scafista di passaggio ad Approdo del Re?!

Sceneggiatore Sartoretti: Esatto! E abbiamo anche ingaggiato tre pornostar per un fanservice con Bronn della Marana Nera.

Sceneggiatore Aprea: Sai com’è, la presenza di tette e culi nella scorsa stagione era crollata sotto il minimo sindacale.

René: mortacci vostra.

La Grande Rivelazione

René: Adesso giriamo la scena madre dell’episodio: la grande rivelazione sulle origini di Jon Snow! Samwell Tarly basito perché ha appena scoperto che la Figlia Folle e piromane del Re Folle ha dato da mangiare i propri famigliari ai draghi (ecco che se magnano: i rivoltosi!), decide di non tenersi più il cecio in bocca. Si alza e indignato va da Jon Snow a rivelargli che è il legittimo erede del trono di spade. Duccio, mi raccomando lo smaramello nero, così non si vede quanto sono cani gli attori. Dai dai dai! Ciack si gira!

Sam: Ma tu hai già avuto un altro ruolo in questa fiction?

Jon Snow: A voglia, Sam! So’ dieci anni che faccio ‘sto lavoro io.

Sam: Ah, e quali? Dimmi.

Jon Snow : Eh tanti, tutti i più importanti: er Figlio Bastardo di Ned Stark, er Guardiano della Notte, er Corvo Voltagabbana, er Lord Comandante, er Mortaccino, er Risorto, er Re der Nord….

Sam: Hohoho! Complimenti! E qui che cosa fai? In questa stagione intendo.

Jon Snow : Faccio na roba tipo Icardi. Dovrei essere il Re der Nord, ma mi moglie non è d’accordo sull’ingaggio. So’ tornato a fa’ er Figlio Bastardo di Ned Stark. Il ruolo base.

Sam: Il Bastardo… Mi puoi anticipare qualcosa?

Jon Snow : ‘N che senso anticipà…?

Sam: Voglio dire… Il Figlio Bastardo di Ned Stark che dopo si scopre che invece era?

Jon Snow : Nu’ ‘a sto a capì, Samme!

Sam: Sì, tutta la serie tu farai il Bastardo?

Jon Snow : Te credo!

Sam: Eh no! Dopo si scopre che non era vero! Di solito funziona così nelle fiction!

Jon Snow : No guarda ti sta sbagliando, non funziona così, Samme.

Sam: Ma sì, di solito nelle fiction… Tu sei Aegon Targaryen il legittimo erede del Trono di Spade!

Jon Snow [urlando]: Te sto a dì de no, porco deno! Si se’ bastardo resti bastardo, mica fa’ l’erede ar trono! Può succede ‘na vorta. È capitato a Guglielmo il Conquistatore che è entrato bastardo e l’hanno fatto re d’Inghilterra, li mortanguerieri! Ma quella è ‘na brutta storia, tipica da UIL! Me so’ innervosito, Sam! Lasciame perdere!

Er Geroglifico di Valyria

Alessandro lo stagista: René, abbiamo preparato la scena col cadaverino e gli arti mozzati che prendono fuoco a Ultimo Focolare. Sai, l’avvertimento del Re della Notte…

Arianna: Però abbiamo notato una discrepanza. Nella prima stagione gli Estranei usavano come simbolo una losanga fatta di cadaveri, ora una spirale. Non ha molto senso questa cosa…

René: E’ un geroglifico dell’antica Valyria. Lo spiegano ne “Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco”.

Alessandro: E che significa?

René: “Al Re della Notte nun glie dovete caca’ er cazzo!” Fila va’ andiamo a girare. DAI! DAI! DAI!

Nelle puntate precedenti…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.