Gli Occhi del Drago 7 “The Spoils of War”

Dopo la bellezza di tre puntate riempitivo, finalmente Game of Thrones con “The Spoils of War” realizza i sogni più folli di noi fan, regalandoci una delle sequenze di battaglia più memorabili della storia della televisione.

I puristi dell’opera letteraria storceranno il naso, ma finalmente gli autori di Game of Thrones hanno dimostrato di aver compreso la più alta lezione di Boris: “Perché a noi la qualità c’ha rotto er cazzo! Perché un’altra televisione diversa, è impossibile! Viva la merda!”

Basta coi rimandi letterari, basta con gli spiegoni infiniti, basta coi personaggi che si sviluppano.

Il pubblico sovrano vuole botte, draghi ed esplosioni.

Il pubblico vuole la merda con gli steroidi anabolizzanti.

E sta volta è stato appagato.

Seguono spoiler frizzi e lazzi…

Continua a leggere…

Gli Occhi del Drago 7 “Stormborn”

E anche Stormborn, la seconda puntata di questa settima stagione di Game of Thrones si conferma saldamente all’insegna della sciatteria e dell’improvvisazione più totale. Regia alla cazzo di cane, pardon alla cazzo di metalupo… Sceneggiatura sotto i minimi sindacali… fotografia che varia dallo smaramello blu allo smaramello giallo… Insomma un’altra gloriosa puntata de Gli Occhi del Drago è servita!

Veniamo al consueto dietro le quinte della produzione, usando come sempre i protagonisti della serie Boris per dar voce alle tante bizzarrie, che infestano Stormborn.

Seguono spoiler frizzi e lazzi…

Continua a leggere…

La resurrezione di Game of Thrones o il trionfo de Gli Occhi del Drago?

E’ ora di tirare le somme di questa sesta stagione di Game of Thrones, per capire se la serie, dopo la ripugnante quinta stagione, è tornata ai fasti di un tempo, oppure, se come spesso accade anche alle migliori serie, è sprofondata definitivamente in una serialità sciatta e casareccia alla René Ferretti.

Ma prima di formulare l’agognato responso, provvedo a fornire l’ultimo surreale riassuntone del finale di stagione “The Winds of Winter” (perdonate il ritardo) e a illustrare compiutamente la “Teoria di Brandon Stark Super-Fanta-Mega-Dio”.

Bando alle ciance!

Continua a leggere…

Gli Occhi del Drago: Episodio 9 “Battle of Bastards”

Finalmente Game of Thrones ci regala la puntata leggendaria, di cui noi fan avevamo disperato bisogno, restituendo alle linee narrative dei fratellastri Stark e di Daenerys Targaryen la giusta dose di epiche battaglie e riscatto.

La regia di questo episodio viene condotta con mano ferma dal mai abbastanza lodato Miguel Sapochnik, cui a mio avviso dovrebbero affidare l’intera serie. Come al solito lo sforzo produttivo di questa stagione è stato tutto concentrato sulla nona puntata e il dinamico duo Benioff/Weiss ha riversato nella Battaglia dei Bastardi ogni cent disponibile in comparse, scene e computer grafica.

Non so, se sia la strategia giusta fare due buone puntate e un solo episodio memorabile, per poi girare riempitivi senza infamia e senza lode. Però posso dire che la Battaglia dei Bastardi si fa perdonare parecchia spazzatura.

Ammetto, che avendo visto la puntata all’indomani del ballottaggio delle amministrative, avevo in testa un mash up spaventoso coi grillini che assaltavano il Nazzareno, nominando Virginia Raggi come Protettrice del Nord…

fassino

 

Ma lasciamo la parola a Vulvia per la sinossi dell’episodio:

Bolton! Hanno dominato il Nord sotto l’insegna dell’Uomo Scuoiato… Hanno schiacciato intere popolazioni e sottomesso antiche casate… Lord Bolton governava sul mare e sulla terra… Come sono scomparsi? Forse un gigantesco meteorite li ha estinti? Come i dinosauri? Mi sembra strano, su Rieducational Channel. Ah, Barbara? Ah, i barbari… no i Bruti! No sai perché, perché Barbara è la fidanzata di mio fratello… come se mio fratello era una sorella e c’aveva due fidanzati…

Ed ora via con spoiler, considerazioni e con lo spiegone sul Teletrasporto di Ditocorto…

Continua a leggere…

Gli Occhi del Drago 6: Episodio 8 “No One”

La sesta stagione di Game of Thrones era partita maluccio, a un certo punto si era ripresa regalandoci un paio di puntate molto interessanti (mi riferisco a “Book of the Stranger e a “The Door”), per poi sprofondare sempre più in un guazzabuglio di situazioni inverosimili e dialoghi allucinanti.

Senza timore di smentite posso dire che “No One” è il punto più basso che lo show ha raggiunto in sette onorati anni di attività.

Lasciamo la parola a Vulvia per la sinossi dell’episodio:

Ragazzine che sono Nessuno! Sono state le protagoniste di Game of Thrones, durante i loro Erasmus si scontravano per le strade di Braavos protette da vestitini succinti e poi si sbudellavano: ma perché si sbudellavano? Chi li spingeva a sbudellarsi? C’era uno dietro che li spingeva? Scopritelo, su Gli Occhi del Drago! Spingitori di ragazzine che sono Nessuno, su Gli Occhi del Drago!

E andiamo di spoiler, di recensioni e di recriminazioni…

Continua a leggere…

Gli Occhi del Drago 6: Episodio 5 “The Door”

Quando lessi che Jack Bender, uno dei registi di Lost, avrebbe messo mano alla quinta puntata di Game Of Thrones, ho avuto un sussulto. Mi son detto:

“Evvai avremo una bella puntatona folle di paradossi temporali al termine della quale scopriremo che in realtà siamo ancora nella prima puntata della prima stagione; Brandon Stark è appena caduto dalla torre e le ultime sei stagioni sono tutte un sogno, che fa prima di morire. Quello sotto le radici non è il Corvo a Tre Occhi, è Desmond!”

Invece, nonostante le mie infauste previsioni, il buon Jack ci ha regalato una puntata di quelle memorabili, forse la più bella vista, dopo la seconda stagione.

Ma andiamo per filo e per segno con il nostro casereccio resoconto alla Boris…

Seguono spoiler non ancora prescritti… e preparate i fazzoletti, perché oggi si piange.

Continua a leggere…

Gli Occhi del Drago 6: Episodio 4 “Book of the Stranger”

Game of Thrones con questa quarta puntata si è fatto perdonare dal sottoscritto parecchie boiate della quinta stagione e parecchi scivoloni di questa in corso. Gli showrunner, David Benioff e D. B. Weiss, finalmente hanno capito che bisogna abbandonare il Libro dell’Estraneo e buttarsi a capofitto in un fracassone show televisivo.

La puntata di oggi, infatti, è dedicata al “Libro dell’Estraneo”, che non è uno dei libri che compongono la “Stella a Sette Punte”, la Bibbia del culto dei Sette di Westeros, bensì è il quaderno delle istruzioni lasciato da George RR Martin alla produzione. Finalmente sembra che gli autori abbiano preso le istruzioni di Martin e le abbiano gettate nel tritarifiuti, regalandoci un episodio con dialoghi certamente più sciatti, ma con una messa in scena nettamente superiore a quella delle ultime due stagioni.

Bando alle ciance e scaraventiamoci, come di consueto, nei retroscena alla Boris del nostro amato show!

Seguono spoiler, illazioni e mistificazioni.

Non dite che non vi ho avvisato.

“Qualità o morte!” (René Ferretti)

Continua a leggere…

Game of Spoiler (no spoiler inside)

SANSA SPOILER

Ultimamente la vita dell’internauta medio è afflitta dal dramma degli spoiler.

Il flusso dei nostri scritti sui social network sembra ormai ridotto a una surreale guerra tra chi anticipa i colpi di scena delle principali serie televisive e chi si lamenta spesso con accenti isterici delle predette anticipazioni… Poi come sempre parte la Compagnia di Giro degli Influencer che inizia a discettare così dottamente del fenomeno, che dopo un po’ ti immagini Platone che si impicca in segno di protesta contro certi ipertrofici pistolotti…

Se ormai è endemico il fenomeno di chi sui vari canali più o meno legali si vede in anteprima lo streaming delle serie americane prontamente tradotte da bravissimi appassionati e non riesce a sopprimere il malignetto impulso a rovinare la festa al prossimo… è pur vero che l’acclamata serie Game of Thrones ha reso l’isteria da spoiler qualcosa di micidiale.

Continua a leggere…